Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Bimbi-iperattivi-sotto-accusa-lo-smog-in-gravidanza-a99aa578-3d48-47fc-9af2-eeb32f27c1b2.html | rainews/live/ | true
SALUTE

New York

Bimbi iperattivi, sotto accusa lo smog in gravidanza

La prolungata esposizione delle future mamme agli idrocarburi policiclici aromatici aumenta di cinque volte il rischio di iperattività nei futuri nascituri

Condividi
Anche l'inquinamento, specie lo smog può aumentare il rischio di iperattività e deficit di attenzione nei bambini, Adhd (attention-deficit/hyperactivity disorder), se la futura mamma è esposta a questi particolari agenti inquinanti mentre è in dolce attesa.
   
Lo ha dimostrato una ricerca di Frederica Perera del Columbia Center for Children's Environmental Health di New York, pubblicata sulla rivista Plos One.

Cosa sono gli idrocarburi policiclici aromatici  
Gli idrocarburi policiclici aromatici sono considerati una classe di potenti inquinanti
atmosferici e generano allerta perché alcuni di essi sono stati identificati come cancerogeni. Ogni volta che l’uomo brucia materiale organico, per esempio accendendosi una sigaretta, guidando un veicolo a motore o persino grigliando una fetta di carne, possono sprigionarsi idrocarburi policiclici aromatici (IPA). Gli IPA sono presenti nell'ambiente anche come prodotti secondari indesiderati della raffinazione del petrolio. 

Ricerca Usa su gestanti
Gli esperti Usa hanno misurato i livelli di esposizione a questi idrocarburi per 233 gestanti con un prelievo di sangue al momento del parto, poi hanno seguito la salute dei loro bambini per i primi nove anni di vita. Alti livelli di esposizione in gravidanza a idrocarburi policiclici aromatici sono risultati associati a un rischio cinque volte maggiore che il nascituro presenti negli anni a venire uno o più sintomi di ADHD rispetto a bambini le cui mamme non sono state esposte a tali inquinanti in gestazione.