Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Black-Friday-via-agli-acquisti-di-Natale-anche-in-Italia-Predomina-e-commerce-protesta-extinction-rebellion-in-uk-0331565b-ccec-4dc4-b14a-0f261764e9a7.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Consumi

Il Black Friday dà il via agli acquisti di Natale anche in Italia. Predomina l'e-commerce

Torna la giornata dedicata agli sconti, ormai abitudine consolidata anche nel Bel Paese. Corsa agli acquisti online in vista delle festività di fine anno, ma in Europa gli attivisti per l'ambiente organizzano proteste soprattutto contro Amazon

Condividi
Un italiano su due, il 53,1%, acquisterà i regali di Natale approfittando degli sconti durante il Black Friday (il 26 novembre) e Cyber Monday (il 29). Per contro, il 34,9% si dichiara ancora indeciso ed il 12% non acquisterà regali, rileva Confcommercio. L'appuntamento con lo shopping scontato si conferma, quindi, abitudine consolidata anche tra i consumatori italiani.

Secondo Confcommercio, sono più donne che uomini, di età compresa tra i 18 e i 34 anni, più concentrati al Centro e Nord Est di Italia, gli acquirenti più affezionati alle occasioni delle offerte pre-natalizie. Nella sua indagine effettuata in collaborazione con Format Research sulle intenzioni di acquisto degli italiani, risulta che la parte del leone la fanno le piattaforme di e-commerce: basti pensare che il 71,7% di coloro che compreranno i regali di Natale durante questi periodi effettuerà gli acquisti online.

Rimane comunque lo zoccolo duro che continua a fare shopping in modo tradizionale: il 23,5% nei punti vendita di prossimità, il 40,6% nei negozi all'interno dei centri commerciali ed il 23,3% nelle catene della distribuzione organizzata. Tra gli acquisti, prevalgono l'elettronica di consumo, l'abbigliamento, i prodotti enogastronomici.

Il Black Friday come data di partenza per gli acquisti natalizi viene confermato anche da Federconsumatori, con percentuali leggermente diverse: Il 38% delle famiglie italiane approfitterà degli sconti, anche qui prediligendo gli acquisti online: si cercano soprattutto tv e decoder, bici e monopattini elettrici.

Per Federconsumatori, "la forte spinta verso gli acquisti online questo appuntamento rappresenta un'opportunità di rivalsa che molti negozi e catene non vogliono farsi sfuggire" e da settimane stanno organizzano in proprio campagne di promozione, "prolungando ed estendendo gli sconti per diversi giorni dopo il Black Friday, oppure anticipandoli per una clientela selezionata".

Bene per l'e-commerce, male per i negozi di prossimità

Anche il Codacons stima un aumento dei prodotti acquistati durante il Black Friday: 27 milioni di italiani lo faranno (+8% rispetto al 2020), mentre una larga fetta di indecisi monitorerà offerte e sconti per deciderà all’ultimo se partecipare. Il Codacons vede "nel Black Friday una occasione di rilancio per il commercio e una opportunità per i consumatori di anticipare i regali di Natale salvando il portafogli".

"Il Black Friday, iniziativa promozionale che dagli Stati Uniti, si è diffusa ormai anche nel nostro Paese, invece che trasformarsi in una possibilità per i nostri commercianti, alla fine, è diventata un volano negativo perché favorisce solo le vendite online delle grandi catene, facendo crollare gli acquisti natalizi e quelli legati al periodo dei saldi", rileva l'associazione.

Anche la categoria dei piccoli artigiani ha delle perplessità sulla bontà dell'operazione: "La possibilità di applicare sconti così importanti naturalmente è alla portata solo della grande distribuzione che in questo senso danneggia il commercio di vicinato, già fortemente provato dagli effetti della pandemia. Per questo, Cna Commercio Roma chiede che anche nel caso del Black Friday venga attuata una seria regolamentazione in materia, a tutela di tutti quegli esercizi di vicinato che sono presidi di decoro e di animazione dei nostri quartieri, altrimenti abbandonati al degrado", afferma Federico Mondello, presidente della sezione laziale.

La protesta di Extinction Rebellion colpisce Amazon

Sostituire "Black Friday" con "Green Friday", denunciare le presunte truffe su falsi sconti applicati, boicottare Amazon: sono alcune delle richieste degli attivisti per l’ambiente, che denunciano il consumismo sfrenato delle feste di fine anno. E lo fanno con azioni di protesta in Gran Bretagna come in altri Paesi europei: Extinction Rebellion ha bloccato 13 magazzini Amazon in UK, in concomitanza con la ricorrenza: "Il Black Friday incarna un'ossessione per il consumo eccessivo che non è coerente con un pianeta vivibile", ha affermato il gruppo. "Amazon e aziende simili hanno capitalizzato il nostro desiderio di convenienza e alimentato il consumismo dilagante a spese della natura", hanno aggiunto.

Nel porto di Tilbury, nell'Inghilterra orientale, manifestanti hanno bloccato l'ingresso al deposito con striscioni che recitavano: "Il Black Friday sfrutta le persone e il pianeta", "La criminalità amazzonica" e "Crescita infinita, pianeta finito". Extinction Rebellion afferma di aver bloccato centri distribuzione di Amazon in città come Manchester, Newcastle e Bristol, nonché magazzini in Germania e nei Paesi Bassi. In risposta, Amazon ha affermato in una nota: "Abbiamo un'ampia rete di hub in tutto il Regno Unito e stiamo lavorando per ridurre al minimo potenziali disturbi per i clienti". Intanto, anche sindacati e Ong di 20 Paesi propongono il boicottaggio della piattaforma di e-commerce: "Il colosso prende troppo e restituisce poco", dichiarano.

In Italia Amazon punta sul 'Made in Italy' delle piccole imprese

Amazon presentato a Roma, presso la Lanterna di Fuksas, l’evento Amazon Made in Italy Rooftop, creato per celebrare le eccellenze italiane e per raccontare il supporto di Amazon alle piccole e medie imprese italiane. Presenti 15 aziende dai settori del food & beverage, beauty e design, che hanno esposto i propri prodotti ai visitatori, con idee regalo per il Natale 2021 e una selezione di prodotti in offerta per il Black Friday. Per alcune aziende italiane che ancora non sono parte della vetrina Made in Italy, l’evento è stato occasione per ricevere consulenza gratuita da parte degli esperti della piattaforma di e-commerce che ha illustrato come muovere i primi passi per intraprendere un percorso di digitalizzazione ed internazionalizzazione tramite la vetrina Made in Italy.

“Questo evento è stato l’occasione per rinnovare il nostro forte supporto alle piccole e medie imprese italiane e al Made in Italy, che sosteniamo da sempre. Durante la stagione natalizia, sappiamo che i nostri clienti amano acquistare prodotti locali e sostenere l’imprenditoria del Belpaese”, ha dichiarato Rita Polarolo, responsabile della vetrina.