Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Brexit-Alfano-dice-Tuteleremo-gli-interessi-degli-italiani-b9389249-5286-409e-9ca8-6f534b255643.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Audizione in commissione Esteri riunite di Camera e Senato

Brexit, Alfano: "Tuteleremo gli interessi degli italiani"

Nell'incontro con la premier britannica Theresa May "ho fatto presente due cose: la prima è la tutela del nostro interesse nazionale- dice il titolare della Farnesina- La seconda, la sicurezza globale: è una priorità da cui non si può prescindere"

Condividi

"Noi quest'anno avremmo le elezioni nei Paesi Bassi, in Francia, in Germania, e avremo anche la Brexit, ma il Regno Unito sta per uscire dall'Unione, non dall'Europa. Nel mio incontro con Theresa May ho ribadito che il nostro governo tutelerà l'interesse nazionale, visto che abbiamo migliaia di italiani che lavorano là". Il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, parla nel corso dell'audizione alle Commissioni riunite Esteri di Camera e Senato proprio mentre la premier britannica Theresa May illustra alla Lancaster House di Londra i punti del piano del governo per l'uscita del Regno Unito dall'Unione europea.

Tra le priorità di Londra c'è l'abbandono del mercato unico europeo, quel che preme è il controllo sull'immigrazione dai Paesi Ue. "Le ho fatto presente- dice il titolare della Farnesina-  che centinaia di migliaia di italiani lavorano, in tutti i campi - da ruoli di rilievo a quelli marginali - nel Regno Unito. Dobbiamo difendere la loro presenza lì".

E per May c'è anche la necessità di allargare gli orizzonti britannici. Lancia una visione globale, la costruzione di una Gran Bretagna veramente mondiale. "Oggi in Europa vale sempre meno dove sei, vale sempre di più cosa fai - dice intanto Alfano -. Oggi in Europa devi prendere un'iniziativa politica".

Da Londra, May rassicura quindi sul fatto che la Gran Bretagna resterà amica dei paesi europei. "Soltanto uniti si può condurre una efficace lotta al crimine e al terrorismo: tutti i Paesi europei hanno interessi e valori in comune e la nostra risposta non può essere quella di cooperare meno''.

Negli stessi minuti, a Roma, Alfano, ricorda come il secondo punto discusso con la premier britannica sia stato proprio la sicurezza globale. "Dobbiamo pensare che la Gran Bretagna sta uscendo dall'Unione e non dall'Europa, e che esistono altre realtà, come l'Osce, che tengono uniti i paesi europei. La sicurezza globale è una priorità da cui non si può prescindere. Ci sono fori europei che in materia di sicurezza ci devono fare stare uniti".

"Noi vogliamo cambiare l'Europa in meglio, non apparteniamo all'emisfero di chi l'Europa vuole lasciarla. Vogliamo cambiarla e migliorarla, ma non lasciarla" conclude il ministro degli Esteri. Secondo Alfano la categoria di chi vuole lasciare l'Europa così com'è "si è estinta", ormai esiste "l'emisfero di chi vuole cambiarla e di chi vuole abbandonarla, noi lavoriamo per cambiarla in meglio".