Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Caso-Jamal-Khasshoggi-la-polizia-turca-entra-nel-consolato-saudita-di-Istanbul-b1070793-78b9-48d5-974e-635858d6f44f.html | rainews/live/ | true
MONDO

Il delitto di Istanbul

Caso Jamal Khashoggi, via libera da Riad: la polizia turca entra nel consolato saudita di Istanbul

 Funzionari turchi e sauditi stanno effettuando un'ispezione del Consolato saudita a Istanbul per indagare sulla scomparsa il 2 ottobre scorso del giornalista dissidente saudita

Condividi
La polizia turca e altre autorità sono entrate nel consolato dell'Arabia Saudita a Istanbul per compiere una perquisizione degli uffici nell'ambito delle indagini sul giornalista saudita Jamal Khashoggi, che è scomparso dopo essere entrato nel consolato il 2 ottobre scorso. Lo riferisce un corrispondente di AFP. Poliziotti in uniforme e altri funzionari, che si ritiene siano dei procuratori, sono entrati nel consolato dopo avere ricevuto il via libera da parte di Riad.

 "Funzionari turchi e sauditi stanno effettuando un'ispezione del Consolato saudita a Istanbul per indagare sulla scomparsa di Jamal Khashoggi", aveva riferito con un tweet, l'agenzia Bloomberg.

In precedenza una fonte diplomatica turca aveva anticipato che la perquisizione avrebbe avuto luogo "in serata". Khashoggi, critico nei confronti di Riad e cittadino saudita residente negli Stati Uniti, è letteralmente scomparso dopo essere entrato il 2 ottobre nella sede diplomatica per ottenere dei documenti per il suo divorzio.​

Sciolto nell'acido? Le ipotesi dei media turchi
La polizia turca sta seriamente vagliando l'ipotesi secondo cui sarebbe stato sciolto nell'acido il corpo del giornalista saudita Jamal Khashoggi. Secondo quanto riportano i media locali la sparizione del corpo del collaboratore di Washington Post ed ex direttore del quotidiano arabo Watan sarebbe da imputare all'utilizzo di acido all'interno dell'edificio del consolato saudita. 

"Turchia determinata a trovare la verità"
La Turchia "è determinata a scoprire cosa è accaduto" al giornalista saudita Jamal Khashoggi scomparso dopo essere entrato nel consolato saudita a Istanbul. "Non posso dire cosa sia successo, non ho la risposta esatta, ma stiamo facendo tutto il possibile per avere la risposta a questa domanda", ha spiegato l'ambasciatore turco a Roma Murat Salim Esenli.