Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Catalgona-vittoria-a-meta-per-gli-indipendentisti-Mas-andiamo-avanti-58046466-e9b0-46c7-b0dd-0d6f3f667e6d.html | rainews/live/ | true
MONDO

Spagna

Catalogna, vittoria a metà per gli indipendentisti. Mas: "Avanti con l'indipendenza"

Il fronte secessionista catalano è uscito vittorioso dalle elezioni: Junts Pel Sì e Cup hanno conquistato il 72 per cento dei 135 seggi ma l'opzione indipendentista non è riuscita ad ottenere la maggioranza dei voti. Crolla partito di Rajoy, il leader Mas: "Non cederemo"

Condividi
Il fronte secessionista catalano è uscito vittorioso solo in parte dalle elezioni di ieri per il parlamento nella regione autonoma spagnola, dove ha conquistato il 72 per cento dei 135 seggi in palio ma non è riuscito ad ottenere la maggioranza dei voti (47,8 per cento a scrutinio quasi ultimato). Junts pel Sí ha ottenuto 62 seggi e Cup 10 seggi. Ciudadanos è emersa come seconda forza, e con i suoi 25 seggi si è imposta sulle due principali formazioni non indipendentiste della regione, i socialisti del Psc (16 seggi) e il Partido Popular di Rajoy che crolla (11 seggi). L'affluenza è stata da record, al 77,5%

Mas: "Abbiamo vinto"
Artur Mas, presidente regionale uscente e destinato alla riconferma dopo la vittoria del suo Junts Pel Sí ha rivendicato la vittoria: "Abbiamo vinto!", ha esclamato in quattro lingue - catalano, spagnolo, francese e inglese - davanti a duemila sostenitori. "Ha vinto il sì (all'indipendenza, ndr) e ha vinto la democrazia", ha proseguito Mas, "non cederemo: abbiamo vinto con quasi tutto contro e questo ci dà una forza enorme e una grande legittimità per portare avanti questo progetto". Più secco Antonio Banos, leader dei secessionisti radicali del Cup, che ha twittato: "Dedicato allo Stato spagnolo. Senza rancore, adios!".

Cup invita alla disobbedienza
Intanto il leader di Candidatura d'unità popolare (Cup), Antonio Banos, ha invitato a una campagna di disobbedienza civile contro lo Stato spagnolo. "La sovranità catalana è chiara", ha affermato il leader della formazione di sinistra in un discorso davanti ai suoi sostenitori nella notte, "da domani, la legge potrà e dovrà essere disobbedita dai catalani". L'invito alla popolazione e' a disobbedire quelle che ha definito come "le leggi ingiuste".

I socialisti frenano
Sul fronte opposto, i socialisti hanno sottolineato che la mancanza di una maggioranza dei voti rappresenta una sconfitta per i secessionisti: "I separatisti hanno perso il loro plebiscito", ha dichiarato il leader di opposizione Pedro Sanchez.