Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Charleston-Obama-al-partito-democratico-tanto-lavoro-da-fare-207f5395-4e2c-4ab0-84a1-ffe70e7b2988.html | rainews/live/ | true
MONDO

Stati Uniti

Charleston, Obama al partito democratico: "Tanto lavoro da fare"

I prossimi 18 mesi saranno dedicati a sollecitare le persone su temi come il controllo delle armi, ha detto Obama, ma non è entrato nei dettagli o avanzato una proposta chiara

Condividi
Barack Obama avverte come una sconfitta personale l'ennesima strage perpetrata grazie alla presenza diffusa di armi nel Paese. "Abbiamo un mucchio di lavoro da fare", ha detto il presidente americano nel corso di un evento per la raccolta fondi per il Partito democratico ospitata, a Beverly Hills, dall'attore afro-americano Tyler Perry. "Se non siete contenti che da un mese all'altro si verifica un omicidio di massa, allora ho bisogno che vi mobilitiate".

I prossimi 18 mesi saranno dedicati a sollecitare le persone su temi come il controllo delle armi, ha detto Obama, ma non è entrato nei dettagli o avanzato una proposta chiara. E se ne è accorto lui stesso, quando ha detto: "Sulla questione razziale ho fatto bei discorsi, ma i bei discorsi non risolvono il problema".

Nel 2013, dopo una strage che lasciò 26 morti in una scuola del Connecticut, Obama prese 23 decisioni esecutive in grado di indebolire il potere dei venditori di armi in America. Nacque un dibattito, la Casa Bianca sembrava intenzionata a fare sul serio; ma durò poco, il tempo di una breve indignazione e un tentativo di portare al Congresso una legge per il controllo delle armi fallì. L'amministrazione ne attribuisce la responsabilità al parlamento: "Fu il Congresso a fallire", ha detto il portavoce della Casa Bianca, Eric Schultz, che però ammette: "Non credo che il presidente stia per anticipare il Congresso" ma "ciò non significa che sia arrivato il momento che gli americani si rendano conto dell'urgenza di questo tema".