Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Chef-stellati-in-carcere-Pranzi-di-Natale-per-i-detenuti-da-Rebibbia-a-Opera-5fa8ca1e-0759-4f09-9161-a8777b3e2eca.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Cucina d'autore dietro le sbarre, da Rebibbia a Opera

Chef stellati in carcere. A tavola assieme ai detenuti,si cucina e si mangia per il pranzo di Natale

Prelibatezze e leccornie d'autore offerti in segno di solidarietà ai detenuti di diverse case circondariali d'Italia. L'appuntamento a tavola con la cuisine 'haute couture' è fissato per il 23 dicembre e vedrà diversi chef cucinare assieme e per i detenuti. Partecipano alle tavole imbandite a festa dietro le sbarre anche alcune celebrità dello spettacolo, pronte a servire le prelibatezze 'griffate'. A servire ai tavoli delle mense carcerarie attori e personalità dello spettacolo e della televisione nelle vesti di camerieri, sommelier e intrattenitori: da Valeria Marini a Luca Barbarossa, da Annalisa Minetti a Paolo Limiti, da Pamela Prati a Lorella Cuccarini, da Edoardo Bennato a Nino Taranto, da Ficarra e Picone a Fiordaliso  

Condividi
di Mariaceleste de Martino
Se i detenuti non possono andare al ristorante per Natale, sono gli chef dei ristoranti più quotati d'Italia ad andare da loro. Tutti chef stellati che offrono un pranzo natalizio a centinaia di detenuti e ai loro familiari, anche in un carcere femminile e in uno minorile.

L'iniziativa è in programma il 23 dicembre e vedrà diversi chef cucinare assieme e per i detenuti. Volti noti dello spettacolo e della televisione serviranno e intratterranno le prelibatezze d'autore.  

Nella Casa Circondariale femminile di Rebibbia a Roma sarà Heinz Beck a cucinare per 340 detenute. Il pranzo verrà servito con l'aiuto e la partecipazione di Luca Barbarossa, Pamela Villoresi, la Compagnia del Bagaglino (Pamela Prati, Enzo Piscopo, Carlo Frisi, Martufello), il comico dello show tv 'Made in Sud' Marco Capretti, Valeria Marini, Sara Galimberti, Francesca Fialdini, Franco Di Mare, Adriana Pannitteri. Salvatore Martinez.

Nella Casa di reclusione Opera di Milano Filippo La Mantia preparerà il pranzo per 60 detenuti del carcere, riuniti per l'occasione con i loro familiari (spose, mamme, figli, fratelli per un totale di 250 persone). Parteciperanno Edoardo Bennato, Lorella Cuccarini, i comici di Zelig e Colorado (Renzo Sinacori, Nando Timoteo, Max Pieriboni, Francesco Rizzuto, Beppe Altissimi), Daniela Javarone, Giampiero Ghidini, Paolo Limiti, Alessandro Banchero. Il
pranzo avrà inizio alle ore 13 per proseguire nel teatro del carcere con uno spettacolo per i detenuti.

Nell'Istituto Penale Maschile e Femminile per Minorenni di Casal del Marmo (Roma) Marco Moroni si occuperà del pranzo per i 70 detenuti divisi in tre sezioni, due maschili e una femminile. Prima del pranzo, i minori verranno riuniti nel teatro dove si esibiranno Mariella Nava, Annalisa Minetti, Fioretta Mari, Linda Batista, la cantante Ida Elena De Razza, Beatrice Fazi, i comici Gianfranco D'Angelo, Demo Mura, Mario Zamma, Gabriele Marconi e Nino Taranto. 

Nella Casa circondariale Sant'Anna di Modena Carmine Giovinazzo, campione di MasterChef, assieme a cinque colleghi, cucinerà per 40 detenute e 300 detenuti. Anche qui, prima del pranzo, i detenuti avranno la possibilità di riunirsi nella falegnameria del carcere per uno spettacolo in cui si esibiranno Fiordaliso, Alessandro Greco e Beatrice Bocci.

A Palermo, nella Casa Circondariale Pagliarelli 49 detenute potranno festeggiare assieme ai familiari (160 persone) grazie allo chef Giampiero Colli che con i maestri pasticcieri Giovanni Cappello e Francesco Perrone prepareranno dal vivo cassate e cannoli siciliani per i detenuti. Allieteranno il pranzo i comici siciliani Ficarra e Picone.  

Un gesto solidale in cui "i primi si mettono a servizio degli ultimi, facendoli incontrare e gioire insieme, senza riserve, senza limiti alla generosità e alla creatività umana". Così Salvatore Martinez, presidente del Rinnovamento nello Spirito Santo, che in collaborazione con Prison Fellowship Italia Onlus promuove 'L'Altra Cucina, per un pranzo d'amore'. "Il 23 dicembre sarà una speciale visita che credenti e non credenti, uomini e donne di buona volontà vogliono gratuitamente e generosamente offrire per un 'altro Natale' all'insegna di un''altra cucina' e di un 'altra fraternità' possibili", dice Salvatore Martinez ricordando le parole di papa Francesco. "Vogliamo che questa tradizione cominciata lo scorso anno a Rebibbia e quest'anno ripetuta in 5 Case circondariali possa diventare una bella tradizione per il nostro Paese.