Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Concordia-viaggio-seguito-da-Legambiente-e-Greenpeace-4109ea59-ba41-40cd-bb7b-407bc7163b77.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Il trasferimento verso Genova

Concordia: viaggio seguito da Legambiente e Greenpeace

A bordo di una nave della fondazione Exodus di Don Mazzi le due associazioni verificheranno in diretti i rischi inquinamento

Condividi
Cinque giorni perché il relitto della Concordia raggiunga il porto di Genova. Un tempo troppo lungo per gli ambientalisti che temono sversamenti in mare e possibili danni ecologici. Per controllare in diretta l’impatto ambientale dell’operazione Legambiente e Greenpeace hanno deciso di seguire il convoglio che rimorchierà la Concordia, a bordo di una nave della Fondazione Exodus di Don Mazzi.

“Verificheremo che non avvengano rilasci di sostanze inquinanti durante il trasporto - fanno sapere le due associazioni - Nei serbatoi della nave si trova ancora una grande quantità di idrocarburi e altre sostanze dannose in grado di minacciare l'ecosistema marino”.

“La vicenda della Concordia – continuano– non si chiude comunque con la rimozione e lo smantellamento del relitto. Dai prossimi giorni lavoreremo per pretendere dalla società il ripristino dello stato dei fondali del Giglio, la bonifica delle opere, la rimozione del cantiere e soprattutto il risarcimento del danno ambientale”.