Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Consiglio-di-Stato-Steve-Bannon-Certosa-Trisulti-3df6bf58-651b-4286-8881-51b7d1e1e023.html | rainews/live/ | true
ITALIA

La 'scuola politica' dell'ex stratega di Donald Trump

Il Consiglio di Stato dà ragione al ministero: Steve Bannon via dalla Certosa di Trisulti

Ribaltata la sentenza del Tar di Latina, accolto il ricorso dei Beni culturali. L'associazione Dignitatis Humanae, sostenuta da Bannon, non aveva i requisiti per l'affidamento in concessione della Certosa

Condividi
La Certosa di Trisulti

L'associazione Dignitatis Humanae dovrà lasciare la Certosa di Trisulti. Il Consiglio di Stato ha ribaltato la sentenza del Tar di Latina e ha accolto il ricorso del ministero dei Beni culturali.

Il Tar di Latina aveva accolto il ricorso presentato dall'associazione sostenuta dal sovranista Steve Bannon contro il decreto del Collegio romano che ritirava l'affidamento in concessione della Certosa di Trisulti, in provincia di Frosinone, alla Dignitatis Humanae, a causa di mancati requisiti richiesti dal bando che riguardavano non solo la personalità giuridica, ma anche lo Statuto dell'associazione, che al tempo della presentazione della domanda non riportava gli indirizzi di tutela e valorizzazione richiesti dal ministero.

"Pare evidente al Collegio- scrivono i giudici di Palazzo Spada dando ragione al ministero dei Beni culturali- che i suddetti requisiti dovevano essere posseduti alla scadenza del termine fissato per la presentazione delle domande e quindi entro il 16 gennaio 2017 (data in cui effettivamente Dignitatis Humanae Institute ha presentato la domanda di partecipazione). Ciò discende sia dalla formulazione dell'avviso sia sulla scorta di un principio immanente nel nostro ordinamento in virtù del quale i requisiti richiesti per la partecipazione a una selezione pubblica debbono essere posseduti al momento della scadenza del termine perentorio stabilito dal bando per la presentazione della domanda di partecipazione".

Al ricorso al Consiglio di Stato sono intervenute al fianco del ministero anche diverse realtà locali e nazionali, come le Comunità Solidali Lab, Associazione Gottifredo, Alle origini del cammino di San Benedetto, Amici del cammino di San Benedetto, Club Alpino Italiano Sezione di Alatri, De Rerum Natura, Gruppo di azione locale versante laziale del Parco Nazionale D'Abruzzo, Circolo Legambiente il Cigno di Frosinone, Fondazione l'Abbadia, Res Ciociaria e Sylvatica.