Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Conte-Autonomia-nostro-dovere-non-pregiudicare-solidarieta-nazionale-Tav-In-attesa-Camere-governo-proseguira-iter-per-la-realizzazione-fed4d69a-f499-42cf-99d4-530056f0068c.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Question Time alla Camera dei Deputati

Conte: "Autonomia, nostro dovere non pregiudicare solidarietà nazionale"

A proposito della manovra economica il premier risponde a un'interrogazione del Pd su come il governo intenda mantenere il rispetto dei vincoli europei senza alzare l'Iva: "Entro l'autunno, la nota di aggiornamento al Def di settembre definirà ulteriormente le scelte di finanza pubblica". Sulla Tav ribadisce: "Governo proseguirà l'iter per la realizzazione"

Condividi
"Siamo consapevoli della centralità del Parlamento nell'iter delle Autonomie. Ritengo che il Parlamento non debba essere coinvolto solo al termine del procedimento con un'alternativa del prendere e lasciare, le Camere devono assumere un ruolo primario prima della sottoscrizione dell'intesa". Lo dice il presidente del Consiglio Giuseppe Conte nel corso del question time alla Camera. 

"Il nostro lavoro - continua - è stato coerente con l'esigenza di contemplare le richieste della Regioni e la salvaguardia della coesione nazionale. L'iter si è rivelato particolarmente complesso e ha richiesto un impegno considerevole, in particolare tenendo conto dell'esigenza di compiere una ricognizione ponderata delle materie e delle competenze da trasferire e delle conseguenti ricadute di natura politica, giuridica, economica e sociale che questo trasferimento determina".

Perciò ha poi precisato il premier "in conformità al dettato costituzionale, è nostro dovere ascoltare le istanze provenienti dai territori, avendo però la massima cura di non pregiudicare la solidarietà nazionale, la tutela dell'unità giuridica, economica e i livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali".

Manovra: "A settembre quadro più chiaro e nuove stime"
"Il combinato disposto delle maggiori entrate e delle minori spese, risultanti dall'aggiornamento del quadro di finanza pubblica per il 2019, nonché i risparmi del costo del servizio del debito dovuti alla riduzione dello spread, permetteranno al governo di avere un quadro più informato circa le stime del rapporto deficit/PIL a legislazione vigente per il 2020. Anche grazie ad un più chiaro quadro macroeconomico internazionale e alle nuove stime di crescita del pil disponibili entro l'autunno, la nota di aggiornamento al Def di settembre definirà ulteriormente le scelte di finanza pubblica", dice Conte rispondendo a un'interrogazione del Pd su come il governo intenda mantenere il rispetto dei vincoli europei senza alzare l'Iva in manovra.

'Il Governo è già impegnato per dare seguito alle indicazioni del Parlamento, volte a riformare la   tassazione sulle persone fisiche ed evitare l'aumento delle imposte indirette, individuando misure alternative nel rispetto di riduzione disavanzo'', ha dichiarato Conte confermando la volontà dell'esecutivo di introdurre la flat tax e non aumentare l'Iva.

Tav: "In attesa Camere governo proseguirà l'iter per la realizzazione"
"In attesa di un eventuale pronunciamento del Parlamento il governo non potrà sottrarsi agli adempimenti necessari al proseguimento dell'iter" per la realizzazione dell'alta velocità Torino-Lione, ha poi ribadito il premier. Sulla Tav "ciò che non siamo riusciti ad ottenere è la ridiscussione dell'opera e questo a causa della ferma decisione della Francia di proseguire nella realizzazione" della tratta. Questo è stato l'elemento decisivo che ha pesato nella mia valutazione" perché una decisione unilaterale dell'Italia "avrebbe costi ingenti per le casse dello Stato e quindi chiare ripercussioni negative", afferma chiarendo le sue parole sul fatto che "fermare la Tav sarebbe più svantaggioso che realizzarla".