Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Conte-Francia-e-Malta-prenderanno-50-migranti-finalmente-Italia-ascoltata-f39ccce7-a608-471b-8926-a6c10b3ccddd.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Nuovo caso nel Mediterraneo

Conte: Francia e Malta prenderanno 50 migranti, finalmente l'Italia è ascoltata

Lettera del premier ai leader dell'Ue: serve condivisione. Le due navi di Frontex e Guardia di Finanza con a bordo centinaia di migranti soccorsi attendono istruzioni al largo delle coste siciliane. Consegnati viveri per due giorni. Salvini si complimenta con il presidente del Consiglio. Fermati a Trapani i 2 indagati sbarcati da Nave Diciotti

Condividi

"Francia e Malta prenderanno rispettivamente 50 persone dei 450 migranti trasbordati sulle due navi militari. A breve arriveranno anche le adesioni di altri Paesi europei". Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

"È il primo importante risultato ottenuto oggi, dopo una giornata di scambi telefonici che ho avuto con tutti i 27 leader europei. Ho ricordato loro - ha sottolineato Conte - la logica e lo spirito di condivisione che sono contenuti nelle conclusioni del consiglio europeo di fine giugno e che prevedono il pieno coinvolgimento di tutti i paesi dell'Ue. È proprio rifacendomi a questi principi, che ho chiesto loro di farsi carico di una parte di questi migranti".

"Le stesse cose - ha aggiunto - le ho ribadite anche nella lettera che, come annunciato, ho inviato proprio oggi al Presidente della Commissione europea Juncker e al Presidente del Consiglio europeo Tusk, sollecitando una attuazione immediata delle conclusioni del Consiglio europeo. Finalmente l'Italia è ascoltata".

La lettera ai leader Ue: serve segnale di condivisione
"Gli eventi nel Mediterraneo confermano che è della massima urgenza dare seguito, attuandole senza esitazioni, alle conclusioni del Consiglio europeo di fine giugno", scrive Conte, a quanto si apprende, nella lettera inviata a Juncker, Tusk e ai leader Ue. "Ti chiedo di dare un segnale inequivocabile di condivisione della responsabilità" con "un'azione di condivisione a livello europeo" sui 450 migranti soccorsi la scorsa notte. "Anche l'Italia sarebbe pronta a prenderne una quota". 



Individuare Paesi terzi per centri sbarco
L'Italia chiede all'Ue di "definire con urgenza, con Oim e Unhcr, le modalità di concreto funzionamento delle cosiddette piattaforme regionali di sbarco. E' necessario individuare i Paesi terzi idonei ad ospitarle e impostare un negoziato con loro", scrive ancora il premier nella lettera inviata a Juncker e Tusk per dare seguito agli accordi dell'ultimo vertice Ue. Conte esorta inoltre a "definire le modalità per l'allestimento dei 'Centri controllati' nei Paesi Ue che siano finanziati da risorse Ue". 

Farnesina invia note ad ambasciate Paesi Ue 
La Farnesina, agendo in stretto raccordo con la Presidenza del Consiglio, ha inviato note diplomatiche alle Ambasciate dei Paesi Ue per sollecitare la disponibilità dei rispettivi governi ad accogliere, ciascuno, una parte dei 450 migranti soccorsi in mare e ora davanti a Pozzallo. Il ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi, ha sottolineato che "l'iniziativa odierna del governo italiano è particolarmente significativa". Lo riporta una nota della Farnesina. 

Salvini: complimenti a Conte
"Complimenti al presidente Conte per i risultati che sta ottenendo nella gestione dei 450 immigrati! Un traguardo che direi storico per coerenza, concretezza e velocità! Il nostro è il governo del vero cambiamento. Avanti così!". Così il vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo Salvini, sui primi 100 migranti in arrivo dalla Libia che saranno accolti da Francia e Malta. Salvini, secondo quanto si apprende, ha telefonato al presidente Conte questa sera per complimentarsi per la gestione della crisi.

Le navi con i migranti ferme al largo delle coste siciliane
Sono ancora ferme allargo di Pozzallo nave Protector del dispositivo Fontex e il pattugliatore Monte Sperone della Guardia di finanza che ieri hanno soccorso un barcone con 450 migranti vicino all'isola diLinosa. Secondo quanto si apprende non sarebbe stato ancora ufficialmente assegnato il porto sicuro per lo sbarco. Nella notte è stata effettuata una ricognizione da parte del medico marittimo di Pozzallo, Vincenzo Morello, e altri operatori sanitari su nave Monte Sperone della guardia di finanza, sulla quale sono presenti molti minorenni. Non ci sonostate evacuazioni mediche. i 450 migranti trasbordati da un barcone a largo di Linosa

Viveri per due giorni 
Saranno consegnati viveri per due giorni alle due navi in attesa al largo di Pozzallo, in Sicilia, con a bordo 442 migranti. I pasti sono in preparazione nel centro di identificazione di Pozzallo. Una motovedetta della Guardia costiera li consegnerà alla nave Protector di Frontex, con a bordo 176 migranti, mentre una motovedetta della Guardia di Finanza li consegnerà al pattugliatore Monte Sperone, l'unità delle Fiamme Gialle che trasporta gli altri 266.
A quest'ultima verranno forniti anche omogeneizzati e succhi di frutta per la ventina di minorenni a bordo, che nella notte sono stati visitati da operatori sanitari. Non è stata ancora presa una decisione per lo sbarco in un porto sicuro dei migranti, che erano stati soccorsi sabato su un barcone nei pressi dell'isola di Linosa. L'Italia ha chiesto una ripartizione con gli altri Paesi dell'Ue e Malta e Francia si sino impegnati ad accoglierne 50 ciascuna.

Vos Thalassa, disposto fermo dei due indagati 
La Procura di Trapani ha intanto emesso un decreto di fermo a carico dei due migranti sbarcati due giorni fa dalla nave Diciotti, Bichara Tijani Ibrahim Mirghani e Ibrahim Amid, finora indagati a piede libero per violenza privata. Le indagini hanno accertato il loro ruolo nell'aggressione subita dall'equipaggio della nave Vos Thalassa che li aveva soccorsi e i magistrati hanno deciso di modificare le accuse contestando i reati di resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale e concorso in favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Il ministro dell'Interno, Salvini, ringrazia.