Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-001d7b38-cf37-4362-891d-307bd25e13e9.html | rainews/live/ | true
MONDO

Raccomandazione temporanea

Dopo la tragedia dell'Airbus, Easa: non meno di due persone in cabina

Pubblica una "raccomandazione temporanea" dell'Agenzia Ue per la sicurezza aerea che prevede la presenza di non meno di due membri dell'equipaggio nella cabina di pilotaggio

Condividi
Cabina pilotaggio freeimages
L'agenzia Ue per la sicurezza aerea (Easa) pubblica una "raccomandazione temporanea" che prevede la presenza di non meno di due membri dell'equipaggio nella cabina di pilotaggio durante il volo. La decisione arriva dopo la tragedia dell'Airbus di Germanwings che si è schiantato sulle Alpi francesi perché il co-pilota avrebbe approfittato dell'allontamento del comandante dalla cabina per poi azionare volontariamente la discesa che ha causato l'incidente. 

Anche il gruppo Lufthansa, di cui fa parte la consociata Germanwings, ha annunciato di aver aumentato le misure di sicurezza in volo, introducendo anche la regola obbligatoria della doppia presenza costante in cabina di pilotaggio. La compagnia ha annunciato che la misura è stata presa in accordo con l'autorità federale per il volo e le altre compagnie tedesche.

Ieri anche Alitalia e EasyJet hanno deciso di modificare la procedura di sicurezza e di prevedere almeno due membri dell'equipaggio sempre presenti nel 'cockpit'. Esperti della sicurezza dei voli, intanto, sostengono che sarebbe necessaria la presenza di un terzo pilota nella cabina di comando degli aerei di linea.