Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-06fe9546-f4cb-447e-ae20-8383fbb1b339.html | rainews/live/ | true
MONDO

La decisione del Gran Jury

New York: scagionato l'agente che ha soffocato un ambulante nero. Si temono scontri

Il poliziotto Daniel Pantaleo non sarà incriminato per la morte, il 17 luglio scorso, dell'afroamericano fermato perché sospettato di vendere sigarette di contrabbando. Si temono scontri

Condividi
Sequenza arresto e uccisione Eric Garner (Twitter/@PrinceDollars)
A New York il Gran Jury ha deciso di non incriminare il poliziotto Daniel Pantaleo per la morte di Eric Garner, l'afroamericano deceduto per soffocamento dopo la presa al collo da parte dell'agente il 17 luglio scorso. Era stato fermato perchè sospettato di vendere sigarette di conrabbando.

Ora si teme una nuova Ferguson, con tensioni e proteste. A Staten Island, dove la vittima viveva, è massima allerta, con la polizia che ha installato delle transenne davanti alla Corte.

Gran Jury: "Non vi è motivo ragionevole di incriminare"
"Dopo l'analisi delle prove presenti, il Gran Jury ha rilevato che non vi era alcun motivo ragionevole di incriminare" l'agente Daniel Pantaleo. È questa la motivazione fornita dal procuratore distrettuale di Staten Island, New York. 

L'agente: " Non era mia intenzione far del male"
"Non è mai stata mia intenzione fare del male a qualcuno" ha detto l'agente della polizia di New York, Daniel Pantaleo, precisando di sentirsi molto dispiaciuto per la morte di Garner, e di sperare che la famiglia della vittima accetti le sue condoglianze.