Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-074d9836-968c-464a-a545-026691b9d8df.html | rainews/live/ | true
MONDO

Parla la figlia di Yulia, la leader dell'opposizione ucraina in carcere

Evgenia Tymoshenko: spero che si rispetti l'accordo, stop alle violenze

"Chiediamo un cambio di Costituzione - ha detto Evgenia in una conferenza stampa alla sede del Parlamento europeo in Italia - nuove elezioni presidenziali e la fine delle violenze. Non si può più aspettare". Incontro con la presidente della Camera, Laura Boldrini

Condividi
Evgenia Tymoshenko a roma appello cessi violenza ucraina
"Spero che l'accordo politico venga subito messo in atto e rispettato e che si possano fermare le violenze". Così Evgenia Tymoshenko, figlia dell'ex primo ministro ucraino Yulia in carcere dall'agosto 2011, nel corso di una conferenza stampa presso la sede del Parlamento europeo in Italia. "Serve un cambiamento - ha detto Evgenia - la fine politica di Yanukovich, le sue dimissioni e nuove elezioni anticipate. Solo questo - ha aggiunto - potrà cambiare la situazione, e mia madre naturalmente dovrebbe essere riabilitata politicamente e siamo in attesa della nuova decisione del tribunale europeo sul processo ingiusto."

"Ma c'è bisogno di una maggiore pressione per la sua liberazione - continua Evgenia Timoshenko - dopo la decisione della corte: siamo molto grati ai politici europei che, attraverso il Parlamento europeo, hanno varato una risoluzione secondo la quale deve essere liberata come prigioniero politico, insieme ad altri"

Incontro con Boldrini
Questa mattina la figlia della leader dell'opposizione ucraina ha incontrato anche la presidente della Camera, Laura Boldrini, nel suo studio a Montecitorio. L'incontro è durato circa mezz'ora. Al termine la presidente della Camera ha fatto i suoi auguri a Evgenia Tymoshenko, ma non ha rilasciato dichiarazioni. La figlia dell'ex premier ucraina era accompagnata da Gianni Pittella, vicepresidente vicario del Parlamento europeo.