Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-35e723f8-93c2-4cab-bbd5-98eec9a9e535.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Il giallo

Caso Loris Stival, la madre del bambino: mio figlio ucciso due volte

Veronica Panarello, la madre del piccolo Loris Stival, ha parlato con il suo avvocato dopo i funerali del figlio ai quali non ha preso parte. La donna è stata trasferita nel carcere di Agrigento

Condividi
"Mio figlio è stato ucciso due volte: la prima quando per mano dell'assassino ha smesso di vivere, la seconda quando mi hanno arrestata e messa in carcere come colpevole del suo omicidio". Lo ha detto Veronica Panarello, la madre del piccolo Loris Stival, al proprio avvocato Francesco Villardita dopo i funerali del figlio ai quali non ha preso parte. Intanto, l'avvocato fa sapere che "presenteremo ricorso al Tribunale della libertà tra domani e lunedì, contro l'ordinanza d'arresto emessa dal Gip di Ragusa".

Il trasferimento di Veronica Panarello
La madre del piccolo Loris è stata trasferita dal carcere di Catania a quello di Agrigento. L'avvocato Villardita ha affermato: "Capita spesso che i detenuti vengano trasferiti, è una decisione dell'amministrazione del Dipartimento della polizia penitenziaria". 

I funerali di Loris, il vescovo: solo un folle può uccidere un bambino
Il paese di Santa Croce Camerina, in provincia di Ragusa, ha dato l'altro ieri l'ultimo saluto al piccolo Loris. Fuori dalla basilica di San Giovanni Battista hanno seguito in duemila la messa celebrata dal vescovo di Ragusa, Paolo Urso. Durante l'omelia, il vescovo ha usato parole forti, ricordando che un bambino "non può morire perché un altro essere umano si è arrogato il diritto inesistente di togliergli la vita. Come si può uccidere un bambino? Solo un folle, un pericoloso folle, può compiere un tale gesto. Un folle che deve essere fermato". Un gesto disumano, lo ha definito il vescovo.  

Il padre: non mi sono accorto dei cuscino di cuori di Veronica
"Non mi sono nemmeno accorto del cuscino a forma di cuore mandato da Veronica ai funerali di Loris: non è stata una mia scelta lasciarlo fuori dalla Chiesa", ha detto Davide Stival, padre di Loris, tramite il suo avvocato Daniele Scrofani. Stival è arrivato alle 14.30, il giorno dei funerali del figlio, portando a spalla la bara di Loris, ed entrando da una porta laterale per evitare l'assalto dei giornalisti. Il cuscino di fiori a forma di cuore inviato dalla mamma di Loris, adesso, si trova al cimitero di Santa Croce Camerina, dove il piccolo è stato seppellito il giorno stesso dei funerali.