Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-36703e1c-3859-4f23-907f-758733297d82.html | rainews/live/ | true
MONDO

Cuba addio al regime della doppia moneta

Dopo la liberalizzazione del mercato delle auto nuova apertura del Governo di Raul Castro che unifica le due valute utilizzate nel paese

Condividi
Cuba
Nuova apertura del governo di Raul Castro. Dopo la liberalizzazione del mercato delle automobili arriva l'abolizione della doppia moneta. Verranno unificati cioè il peso comune (cup), utilizzato dai cubani e che vale circa 4 centesimi di dollaro e il peso convertibile (cuc), che invece equivale ad un dollaro, utillizzata dai turisti e per l'acquisto delle merci importate. Due monete, due economie, simbolo della diseguglianza a Cuba. Fino ad oggi quando in Parlamento il vice presidente Marino Murillo da l'annuncio.

Un passo rivoluzionario nel cammino delle riforme economiche intraprese nel paese - un'unificazione monetaria già anticipata ad ottobre dal quotidiano Granma e Murillo promette che i risparmi in peso convertibili non perderanno valore. "Chi ha Cuc, in banca o a casa, non ci rimetterà", ha affermato, per l'unificazione ci vorrà però del tempo, sarà un passaggio graduale.

Il regime della doppia moneta
È stata introdotto da Fidel Castro dopo il crollo dell'Unione Sovietica quando l'isola si trovò ad affrontare una grave crisi economica per la scomparsa di paesi che erano stati i principali destinatari dei prodotto cubani. Dal 1994 gli abitanti di Cuba ricevono lo stipendio, pagano i prodotti e i servizi di base in pesos comuni (cup), mentre per i prodotti importati per il turismo, vengono utilizzati i pesos convertibili (cuc). Un sistema che creò due economie, una più flessibile, l'altra più rigida legata agli stipendi statali. Forti diseguaglianze che agevolarono chi aveva accesso ai dollari o cuc.

Liberalizzazioni nel mercato delle auto
Le colorate auto degli anni 50, diventate il simbolo di Cuba vanno in garage. Il governo ha annunciato infatti la liberalizzazione del mercato delle auto a "km 0": fino ad ora i cubani potevano comprare solo veicoli usati a prezzi fissati dallo stato e non avevano accesso invece a quelli nuovi, venduti solo a persone selezionate dall'autorità. Verranno ora aboliti i permessi e le autorizzazioni del Ministro dei Trasporti e il prezzo delle vetture sarà fissato dal mercato, cioè dall'offerta e la domanda.