Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-37039c72-d07d-436b-9625-80a2752c55af.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Mercati

In borsa banche in calo le trimestrali sorprendono Wall Street

Condividi
di Fabrizio Patti
Le borse europee oggi tirano il fiato dopo la volata di ieri. Milano +0,14, fa meglio delle altre piazze del Continente: Francoforte +0,02%, Parigi -0,11%, Londra -0,25% nel giorno in cui Boris Johnson riceve l'incarico di formare un governo. 
 
Ieri il Ftse Mib era salito dell'1% e il Dax tedesco dell'1,60, spinto dal settore auto, dopo l'acquisto del 5% di Daimler da parte della cinese Baic. 
 
Borse asiatiche oggi in progresso, sia in Cina (Shanghai +0,80%, Hong Kong +0,16%) che in Giappone (Tokyo +0,25%). Salita ieri anche per Wall Street, vicina ai massimi storici. In quel caso la spinta è arrivata dalle trimestrali delle società quotate. Tra quelle già comunicate i due terzi hanno avuto risultati sopra le attese. Stasera tocca a Facebook, domani ad Amazon e Google. 
 
I segnali positivi rendono più probabile che il taglio dei tassi da parte della Fed, la prossima settimana, si limiterà a un quarto di punto. Domani intanto la conferenza di Mario Draghi, attese indicazioni sui nuovi stimoli monetari della Bce.
 
Tra i settori a Piazza Affari, la discesa maggiore è quello bancario: -0,84%. Salgono i tecnologici, guidati da StMicroelectronics, miglior titolo con il +2,38%, seguito da Juventus, Prysmian, Cnh Industrial. Le maggiori discese del Ftse Mib per Intesa Sanpaolo, Bper e Ubi. Chiude la classifica Unicredit (-1,18%), il cui a.d., Jean Pierre Mustier, ieri in una lettera ai dipendenti ha affermato che "ogni evoluzione sarà gestita attraverso il prepensionamento”. In precedenza erano arrivate le indiscrezioni su un taglio di 10mila dipendenti previsto nel nuovo piano industriale.