Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-3aebee0d-40b5-4e52-b236-d6e3c750c5d8.html | rainews/live/ | true
ITALIA

La tragedia fuori pista nella zona del Colletto Verde

Claviere, muore ragazzo di 15 anni travolto da slavina. Denunciato il compagno di discesa

Sciava fuori pista, già in territorio francese, con alcuni amici che sono stati soltanto sfiorati dalla slavina. Ieri altre due vittime nella zona della Platta de Grevon

Condividi
Torino
Un quindicenne torinese è morto travolto da una valanga a Claviere questa mattina, mentre sciava fuori pista nella zona del Colletto Verde, già in territorio francese, con alcuni amici che sono stati soltanto sfiorati dalla slavina. Il ragazzo frequentava l'istituto D'Azeglio, storico liceo Classico del capoluogo piemontese. La procura di Torino ha aperto un'inchiesta. Il compagno di discesa della vittima è stato denunciato per valanga e omicidio colposo.

Le valanghe
Quella di Claviere è la terza valanga degli ultimi giorni sulle montagne della Valle di Susa. Due quelle cadute a Bardonecchia il giorno di Santo Stefano, che hanno provocato un morto - uno sciatore francese di 24 anni - e un ferito. Su tutto l'arco alpino piemontese resta forte il pericolo valanghe, che è di grado 4 su una scala che arriva fino a cinque.

Morti
Nella lista delle vittime, altri due sciatori che il 28 dicembre hanno perso la vita travolti da una valanga nella zona della Platta de Grevon, sopra Pila, ad Aosta. I loro nomi sono Paolo Pendola e Fabio Oneto, due snowboarder originari di Rapallo. Pendola e Oneto erano grandi amici uniti dalla passione per gli sport da discesa: praticavano lo snowboard d'inverno e le corse in mountain bike d'estate. Erano andati a Pila nei giorni scorsi con le fidanzate e avevano in programma di trascorrere Capodanno in montagna con un gruppo di amici.