Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-3b5c19b3-d2c2-4c72-a2b7-7590fa0077d8.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Matera

Basilicata, operazione dei Carabinieri contro il caporalato: 14 arresti

L'accusa è di associazione per delinquere finalizzata al "caporalato" e allo sfruttamento di lavoratori nei campi agricoli del litorale jonico - lucano. Coinvolti diversi comuni della provincia di Matera, tra cui Scanzano Jonico e Policoro

Condividi
Una vasta operazione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Matera e del Comando Tutela Lavoro ha portato all'alba all'esecuzione di 14 provvedimenti restrittivi disposti dall'autorità giudiziaria di Matera per associazione per delinquere finalizzata al "caporalato" e allo sfruttamento di lavoratori nei campi agricoli del litorale jonico - lucano.

Le indagini sono state coordinate dalla Procura della Repubblica di Matera. Coinvolti diversi comuni della provincia di Matera, tra cui Scanzano Jonico e Policoro.

Flai, Cgil: basiti ma non sorpresi
"Ci lascia basiti, ma non sorpresi, la notizia degli arresti e delle misure cautelari per molte persone impegnate nella organizzazione e gestione di un sistema criminale che sfrutta e riduce in schiavitù persone che vedono l'Italia come un sogno di libertà ed affrancamento da condizioni di vita inaccettabili". Così in una nota la Flai Cgil Basilicata. "Poco più di un anno fa abbiamo firmato, insieme a CISL e UIL, un accordo che, se collegato alla recente approvazione delle legge nazionale contro il caporalato, permette di ripristinare la legalità in un settore produttivo di fondamentale importanza per la Basilicata. L'accordo, che ha previsto misure importanti in termini di accoglienza, assistenza sanitaria, trasporti, politiche di integrazione attive, reclutamento delle forze lavoro, controlli e risorse finanziarie attraverso le quali, deve necessariamente essere affiancato da un cambio culturale netto, per poter mettere la parola fine a situazioni odiose e inumane".