Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-3c1a2fcf-cc4c-4c63-8381-efb7ec6488ee.html | rainews/live/ | true
SPORT

Seedorr: aspetto comunicazioni, grazie ai tifosi del Milan

Berlusconi, Galliani e Inzaghi: vertice per il futuro

Un altro vertice ad Arcore per delineare le strategie future. Nessuna nota ufficiale che
annuncia l'avvicendamento tra Inzaghi e Seedorf, ma i colloqui per consegnare al nuovo tecnico la squadra in vista del prossimo anno sono partiti

Condividi
Un altro vertice ad Arcore per delineare le strategie future. Nessuna nota ufficiale che
annuncia l'avvicendamento tra Inzaghi e Seedorf, ma i colloqui per consegnare al nuovo tecnico la squadra in vista del prossimo anno sono partiti. Lunedì il primo, ieri sera il secondo, alla presenza di Silvio Berlusconi, Galliani e dell'ex attaccante
che, salvo rinvii, dovrebbe ricevere ufficialmente l'incarico la prossima settimana. Prima della visita di Silvio Berlusconi a 'Casa Milan' del 6 giugno, almeno nelle intenzione del club.

L'incontro dura quasi quattro ore. Durante la serata arriva anche la notizia dell'infortunio alla tibia per Riccardo Montolivo nell'amichevole tra Italia e Irlanda. Uno choc per il giocatore e per i tre protagonisti del vertice, che attendono novità sulle condizioni di un elemento cardine per il futuro rossonero.

Una squadra che nelle prossime settimane prenderà forma, ma che certamente non avra' più in Seedorf la sua guida. L'ormai ex tecnico resta in attesa: "Non ho avuto comunicazioni dalla societa' - dice in occasione del 'Premio Calabrese' a Soriano del
Cimino -. Sto bene, passo questi giorni in famiglia e con gli amici. Mi fa piacere l'affetto dei tifosi. Posso dire 'forza Milan' perché il Milan rimarra' sempre, come i tifosi".

Dalla rete è nata nei giorni scorsi l'idea di una manifestazione in sostegno dell'olandese davanti alla nuova sede. La proposta non ha avuto alcun seguito, ma alcuni degli organizzatori precisano che il raduno non era previsto per oggi.
Nel frattempo il club sta studiando la soluzione più conveniente per l'addio, che potrebbe costare una sostanziosa buonuscita o il riconoscimento degli stipendi da qui a fine contratto.

La mancanza di annunci ufficiali non ferma i lavori in chiave futura e il vertice odierno è un ulteriore passo avanti. Inzaghi, secondo indiscrezioni, vorrebbe poter puntare su un modulo con due punte e sulla conferma di Rami e Taarabt. Oggi è scaduta la possibilita' di esercitare il diritto di riscatto dal Queen's Park Rangers, lo stesso è accaduto qualche settimana fa per il difensore francese, ma Galliani ha intenzione di
riavviare la trattativa su entrambi i fronti. Robinho, Emanuelson e Constant sono invece i giocatori più vicini alla partenza.