Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-3cccbaa0-332f-4207-84d0-92e234e9d0a5.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Spoleto, medico scrive su Facebook: "Negracci con le Nike" "Andrebbero annegati al largo"

La Usl ha detto di aver avviato un procedimento disciplinare nei confronti della dottoressa

Condividi
I migranti "andrebbero annegati al largo": a scriverlo su Facebook una dottoressa in servizio al pronto soccorso dell'ospedale di Spoleto. La notizia  riportata oggi dal Messaggero sulle pagine locali.    Secondo il quotidiano i migranti sono stati definiti dalla dipendente dell'Usl Umbria 2 "negracci con le Nike e trippe piene" mentre la scabbia viene messa in relazione con le "violenze perpetuate". L'Usl ha confermato all'ANSA, come scritto nell'articolo, di aver già avviato un procedimento disciplinare a carico del medico.

La dottoressa - scrive ancora il Messaggero - ha parlato dei migranti in un gruppo su Facebook del quale fanno parte circa 38 mila camici bianchi.  Stamani sul social network il profilo della dottoressa è scomparso.  Lo screenshot del commento  è stato comunque pubblicato su Twitter dalla blogger Selvaggia Lucarelli. Il post - scrive sempre il quotidiano - ha ottenuto in poco tempo centinaia di like, retweet e commenti. Molti i medici che si sono dissociati dalla collega senza riserve.    

Con il Messaggero il direttore sanitario dell'ospedale di Spoleto Luca Sapori ha commentato che "espressioni del genere non sono certamente accettabili". "Di fronte a dichiarazioni razziali e che non rispettano la dignit della persona non possiamo certamente fare finta di niente" il commento dell'assessore regionale alla Sanità, Luca Barberini.