Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-6cf9cf5a-9b26-4e49-896e-6373ed2f3945.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Nel quartiere Ponticelli

Camorra, agguato a Napoli: ucciso un pregiudicato

Ieri gli arresti che hanno decimato i tre clan che si contendono il controllo della zona orientale di Napoli, oggi un nuovo delitto di Camorra. Ad essere ucciso un uomo di 42 anni, pregiudicato. Ferito per errore anche un cittadino dello Sri Lanka, fortunatamente in modo lieve. 

Condividi
A 24 ore dai 63 arresti che hanno decimato i tre clan della zona, nel quartiere napoletano di Ponticelli c'è stata una sparatoria in cui un uomo è rimasto ucciso e un altro - un cittadino dello Sri Lanka che non era l'obiettivo dei sicari - è rimasto ferito. L'agguato è avvenuto nel rione Conocal, in via Palermo, intorno alle 20:30. Stando alle prime ricostruzioni sembra che si tratti di un delitto di Camorra. Sul posto sono stati trovati sei bossoli.

Il pregiudicato ucciso
La vittima si chiamava Ciro D'Ambrosio, 42 anni, residente in zona e pregiudicato per reati legati al contrabbando. Gli hanno sparato in diverse parti del corpo: portato gravemente ferito all'ospedale Villa Betania, è morto poco dopo. 

Gli arresti di ieri
Proprio ieri il quartiere Ponticelli (insieme a quello di Barra) ha fatto da sfondo ad una maxioperazione in cui 63 persone sono finite in manette: indebolendo significativamente i clan Cuccaro-Adinolfi, De Micco e D'Amico, le famiglie camorristiche storicamente in guerra tra loro per il controllo della zona orientale di Napoli.