Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-6e3982fb-6db9-44bd-9d5b-fffe566976b4.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Occupazione

Poletti: reddito minimo prima a chi ha perso il lavoro

Il ministro del Lavoro Giuliano Poletti che ha commentato così la proposta del presidente dell'Inps Tito Boeri

Condividi
L'idea del Governo sul reddito minimo agli over 55 con reddito basso è che bisogna guardare "prima a quelli che hanno perso il lavoro". Parola del ministro del Lavoro Giuliano Poletti che ha commentato così la proposta del presidente dell'Inps Tito Boeri. "Solo dopo si può allargare la platea", ha spiegato Poletti. 

"Ribadisco che il tema delle persone che sono avanti con l'età, hanno perso il lavoro e non maturano i requisiti per la pensione è uno dei problemi socialmente più rilevanti. La proposta Boeri (su reddito minimo a over 55 con reddito basso) va in questa direzione quindi va considerata. E' una delle proposte alle quali lavoriamo". 

La proposta di Boeri
Il presidente dell'Inps, Tito Boeri "rivendica il diritto a fare proposte" dell'Istituto e torna a sostenere l'ipotesi di un reddito minimo per gli over 55 che perdono il lavoro e sono in una condizione di povertà. La proposta da sottoporre a governo e parlamento dovrebbe arrivare a giugno e per ora si sa solo che dovrebbe basarsi su risorse per un miliardo e mezzo di euro l'anno da ricercarsi all'interno della spesa per la protezione sociale. "Non credo che dare loro un trasferimento, che sarà basso - ha detto Boeri - li esponga al rischio di non mettersi in cerca di un lavoro". Si tratta di persone che "difficilmente trovano un nuovo impiego".