Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-6ef808a5-16d7-487f-aa14-8ed5b23eedf6.html | rainews/live/ | true
MONDO

Emergenza Covid-19

Migranti, a Lampedusa la nave quarantena Moby Zazà

L'imbarcazione caricherà i 68 migranti, fra cui 26 donne e 2 bambini, sbarcati ieri a Cala Madonna e poi dovrebbe rientrare in rada a Porto Empedocle dove è previsto che rimanga per tutto il periodo della quarantena

Condividi
La Moby Zazà, nave destinata alla quarantena, arrivata a Lampedusa dopo l'appello del sindaco Salvatore Martello, ha imbarcato 68 migranti di cui 26 donne e 2 bambini. Il mezzo, approdato in mattinata da Porto Empedocle, resterà in rada nell'attesa di eventuali altri sbarchi.

Intanto, nelle ultime ore, a circa 14 miglia da Lampedusa - in acque Sar maltesi - un barcone con un centinaio di persone è stato soccorso da un peschereccio che chiede all'Italia un porto sicuro.

"E' indispensabile - aveva detto ieri sera il sindaco Martello - che la nave Moby Zazà destinata alla quarantena dei migranti, che attualmente è ancora a Porto Empedocle in attesa di alcune verifiche tecniche, venga al più presto fatta arrivare a Lampedusa". Il sindaco aveva aggiunto: "Chiedo al Governo un intervento urgente e determinato in questo senso, altrimenti non si comprende, anche gli occhi dell'opinione pubblica, a cosa serve aver fatto un bando per una nave per la quarantena se poi viene lasciata a Porto Empedolce e non a Lampedusa, dove i migranti arrivano".