Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-6fa4467f-7214-4620-996a-20665b4996fa.html | rainews/live/ | true
SALUTE

Barbara Mangiacavalli, la nuova presidente degli infermieri

Condividi
Barbara Mangiacavalli
Barbara Mangiacavalli è dal 21 marzo scorso il presidente della Federazione nazione dei Collegi Ipasvi a cui sono iscritti oltre 423mila infermieri.  Dirigente del Servizio infermieristico tecnico e riabilitativo aziendale (Sitra), presso la Fondazione Irccs Policlinico San Matteo di Pavia,  Mangiacavalli è  laureata magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche e in Amministrazioni e politiche pubbliche all'Università di Milano. Inoltre è  laureata in Business administration alla Canterbury University (UK).

Iscritta anche negli albi dei direttori generali, amministrativi e sociali a cui attingono le aziende sanitarie lombarde, Mangiacavalli nella sua attività di tutti i giorni organizza, dirige e gestisce oltre 2mila professionisti, tra infermieri, tecnici sanitari e operatori tecnici che lavorano al San Matteo di Pavia, centro di eccellenza e istituto di ricerca della Regione Lombardia e tra le maggiori aziende ospedaliere del Paese.

Per il prossimo triennio il programma di Mangiacavalli per gli infermieri prevede di rafforzare al massimo la presenza professionale anche a livello di organizzazione e programmazione nazionale, dare maggiore impulso e sviluppo oltre che a quella in ospedale all’assistenza sul territorio, sia proponendo nuovi standard e linee guida in accordo con le associazioni dei cittadini, sia anche grazie alla libera professione infermieristica: nel 2014 hanno chiesto prestazioni a pagamento di tipo infermieristico oltre 8,7 milioni di italiani, spendendo di tasca propria circa 2,7 miliardi, ma rivolgendosi a volte a persone non preparate come badanti, familiari  e altre figure di prossimità, con prestazioni a rischio che spesso hanno aumentato l’afflusso ai pronto soccorso. Anche per questo nel programma della Federazione Ipasvi per il prossimo triennio c’è, in continuità con il triennio precedente, la previsione di accreditare i professionisti infermieri perché sia data ai cittadini la massima garanzia di qualità e sicurezza.

Cavallo di battaglia di Mangiacavalli, che prende il testimone della presidente uscente dell’Ipasvi, la senatrice Annalisa Silvestro, è poi il decollo della figura dell’infermiere specialista, con maggiori competenze di organizzazione e coordinamento, presenza ai massimi livelli di responsabilità e voce in capitolo in settori specifici dell’assistenza.  “Continueremo nel nostro percorso  – commenta Mangiacavalli - con forza e determinazione. All’infermiere è sempre mancato qualcosa per far decollare la sua professionalità. Un passo alla volta abbiamo affrontato e superato una serie di ostacoli. L’ultimo che abbiamo di fronte è quello delle competenze specialistiche. Lo supereremo con coraggio e onestà intellettuale che auspichiamo ci sia anche da parte delle altre professioni e delle istituzioni. Siamo pronti ad essere messi alla prova”.