Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-72ff832f-c717-43a4-ab9e-7d759ee6e63d.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

Ripartenza

Scuola. Da lunedì rientrano in classe 8 alunni su 10, oltre 1,5 milioni restano in Dad

Le province autonome di Bolzano e Trento confermano la più alta percentuale di alunni in presenza (87%)
 

Condividi

Mancano poche ore al tanto agognato rientro in classe per gran parte degli studenti italiani, i restanti rientreranno in classe dal 26 aprile.

Lunedì 19 aprile saranno in aula 6 milioni e 850 mila alunni sui circa 8,5 milioni delle scuole statali e paritarie. In pratica, 291 mila in più di questa settimana, quelli campani, regione che è uscita dalla zona rossa per entrare in quella arancione. Restano in 'rosso' Puglia, Sardegna e Val d'Aosta con 390 mila alunni in DAD, secondo i calcoli di Tuttoscuola.

In Dad, sempre secondo Tuttoscuola, resteranno quasi un milione e 657mila studenti, a casa dietro un computer anche la prossima settimana.

Complessivamente da lunedì 19, con l'80,5% alunni in presenza, si ritorna ai dati del febbraio scorso, quando in presenza si erano sfiorati i 7 milioni in classe. Nelle tante regioni in zona arancione la percentuale di alunni in presenza oscilla tra l'81% e l'86%, mentre nelle tre in zona rossa si ferma al 51%. Il quadro sul territorio si fa più omogeneo.

Guardando lo stivale, sempre secondo le elaborazioni di Tuttoscuola, gli alunni in presenza raggiungono l'84% al Nord, l'83% al Centro, il 76% nelle Isole (con un calo dovuto alla Sardegna), e il 74% nelle regioni del Sud. Le provincie più virtuose, quelle autonome di Bolzano e Trento confermano complessivamente la più alta percentuale di alunni in presenza (87%).