Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-736747d2-dd77-4a72-a124-eecc1b028d1c.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Brexit, Padoan: genera costi ma crea anche opportunità

Condividi
"La Brexit cambia ovviamente lo scenario europeo, genera costi e opportunità per le altre nazioni e cambia in modo forte lo scenario". E' quanto ha affermato il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, all'evento 'Italy now and next', organizzato dall'ambasciata d'Italia a Londra e ospitato nella sede di Bloomberg.

"Siamo qui per spiegare che l'Italia e Milano possono essere un'opportunità per l'Europa e anche per il Regno Unito", ha aggiunto il ministro, ricordando le iniziative del governo per attrarre gli investitori esteri, come quella che ha portato all'introduzione "di maggiori tagli di tasse per rendere piu' convenienti per le imprese investire nel nostro Paese".

'Brexit, impatto su conti pubblici tutto da vedere'
L'impatto sui conti pubblici dell'Italia a seguito della Brexit "è tutto da vedere, perché nell'ambito del negoziato bisognerà anche rivedere tutte le questioni relative al bilancio europeo, che in ogni caso richiede riforme". E' quanto ha poi affermato Padoan, a Sky News 24 al termine dell'evento di Bloomberg. A seguito dell'uscita del Regno Unito dall'Ue, infatti, l'Italia potrebbe essere chiamata a contribuire maggiormente al bilancio europeo per supplire ai fondi che non arriveranno più da Londra.

'Lavoriamo duro su riforme, vanno avanti'
"Il processo di riforme in Italia continua. Questo genera benefici per le generazioni future e per l'intero Paese", ha aggiunto Padoan. "Il processo di riforme", ha affermato il ministro, "va avanti per creare un miglior 'business environment' e il Governo sta lavorando duramente per creare le migliori condizioni di lavoro e per favorire gli investimenti nel Paese. Il processo di riforme", ha concluso, "è postivo per le singole città e per l'intera nazione".