Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-73e03eb3-ffc0-47ec-b11c-3b3653e24763.html | rainews/live/ | true
CULTURA

Viveva sotto protezione

Morto in un incidente il fumettista Vilks, autore di vignette controverse su Maometto

Condividi
È morto in un incidente stradale l'artista svedese Lars Vilks. Il disegnatore viveva sotto la protezione della polizia da quando ricevette minacce di morte per aver disegnato nel 2007 una vignetta che ritraeva il profeta Maometto con il corpo di un cane. Lo riporta LaPresse/AP.

L'incidente ha coinvolto un camion che si è scontrato con l'auto della polizia su cui viaggiavano Lars Vilks e la sua scorta. Al-Qaeda aveva messo una taglia sulla testa del disegnatore.

Nel 2010, due uomini hanno cercato di bruciare la sua casa nel sud della Svezia. L'anno scorso, una donna della Pennsylvania si è dichiarata colpevole di aver complottato per cercare di ucciderlo.

L'agenzia di stampa svedese TT ha riferito che la polizia ha confermato che Vilks, 75 anni, stava viaggiando in macchina con due agenti. La causa dell'incidente è sotto inchiesta.

Vilks era in gran parte sconosciuto al di fuori della Svezia prima della sua vignetta su Maometto. Nel suo Paese era conosciuto per aver costruito una scultura fatta di legni in una riserva naturale nel sud senza permesso. La vicenda aveva innescato una lunga battaglia legale. È stato multato, ma la scultura in riva al mare attira decine di migliaia di visitatori all'anno.

La vita di Vilks è cambiata radicalmente 13 anni fa dopo aver disegnato uno schizzo di Maometto con il corpo di un cane. I cani sono considerati impuri dai musulmani conservatori e la legge islamica generalmente si oppone a qualsiasi raffigurazione del profeta, anche favorevole, per paura che possa portare all'idolatria.