Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-a1b52d21-5813-4b8e-ad25-ed9b5b67fe17.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Napoli, annullata l'ordinanza di arresto per il deputato di Forza Italia Sarro

Il provvedimento sarà inoltrato "al più presto" alla Camera dei Deputati. La decisione del riesame chiude di fatto la procedura avviata dalla Camera per decidere se autorizzare o negare l'arresto del deputato.

Condividi
Il Tribunale del Riesame di Napoli ha annullato l'ordinanza di custodia agli arresti domiciliari, che era stata inoltrata alla Camera con la richiesta di autorizzazione all'arresto, nei confronti del deputato di Forza Italia e componente della Commissione Antimafia, Carlo Sarro. Il Tribunale ha accolto la richiesta dell'avvocato Vincenzo Maiello, difensore del parlamentare.

Chiusa la procedura di autorizzazione alla Camera
Il provvedimento sarà inoltrato "al più presto" alla Camera dei Deputati. La decisione del riesame chiude di fatto la procedura avviata dalla Camera per decidere se autorizzare o negare l'arresto del deputato.

Sarro: "Io massacrato in maniera immotivata"
"Non si è dimostrato come fosse stata alterata questa gara: la mia immagine e la mia reputazione sono state massacrate a livello nazionale in maniera immotivata". Lo ha detto all'ANSA l'on. Carlo Sarro dopo l'annullamento della misura cautelare emessa nei suoi confronti.

L'inchiesta della Dda
L'ordinanza era stata emessa nell'ambito di un'inchiesta della Dda di Napoli per una ipotesi di turbativa d'asta in relazione ad alcuni appalti della Gori (società che gestisce il ciclo delle acque per conto dell'Ato 3 di cui Sarro è stato commissario) che, secondo l'accusa, sarebbero stati 'pilotati' dall'esponente politico.

Il legale: "Era un provvedimento contrario al diritto"
"Un provvedimento ingiusto, contrario al diritto e alla verità dei fatti". Così l'avvocato
Vincenzo Maiello, legale dell'on. Carlo Sarro, sull'annullamento dell'ordinanza di custodia nei confronti del parlamentare. "Sono finiti giorni bui, il Riesame ha messo la barra della legge e del diritto al centro delle valutazioni", ha aggiunto. 

La soddisfazione di Renato Brunetta: "Incredibile vicenda"
"Apprendiamo con soddisfazione la notizia secondo la quale il Tribunale del Riesame di Napoli, con un provvedimento depositato poche ore fa dall'ottava sezione, ha annullato l'ordinanza di custodia cautelare, con l'accusa di turbativa d'asta, nei confronti dell'onorevole Carlo Sarro",  ha dichiarato Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia.

"L'incredibile vicenda, scoppiata lo scorso 14 luglio, aveva visto il collega Sarro, suo malgrado, accusato, per l'appunto, di turbativa d'asta. La Procura - ha ricostruito - gli contestava una storia di presunte gare d'appalto falsate per favorire amici e persone (così era emerso, in modo errato, in un primo momento dagli organi di informazione) vicine ad organizzazioni malavitose in Campania. Questo castello di carte è crollato in soli dieci giorni, con la scelta cristallina dell'onorevole Sarro di rivolgersi immediatamente all'autorità giudiziaria. I suoi difensori hanno dimostrato in modo incontrovertibile come le accuse a lui mosse - tra l'altro, apprendiamo, da una persona che aveva dei risentimenti personali nei suoi confronti, come ammesso dalla stessa Procura - erano del tutto campate in aria. Smontabili agevolmente e in modo documentale in sede di riesame".

"Resta l'amaro in bocca - ha detto ancora Brunetta - per il semplice fatto che simili e neanche tanto accurati accertamenti sarebbero potuti avvenire in fase di indagine. In questo modo gli inquirenti avrebbero scoperto da soli la verità senza causare un inutile e dannoso polverone. Avevamo da subito espresso solidarietà e vicinanza a Carlo Sarro. In questi anni abbiamo conosciuto un valoroso professionista ed un politico attento, abbiamo apprezzato il suo acume e la sua lungimiranza. E ci eravamo detti certi che rapidamente avrebbe fatto valere le sue ragioni, e la sua azione personale, professionale e politica. Tutto ciò è avvenuto con tempi rapidi, e adesso non posso che esprimere soddisfazione, e mandare il mio caloroso abbraccio e quello di tutti i deputati di Forza Italia all'amico Carlo".