Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-a3c70a54-c6b4-4332-894b-9be23317b117.html | rainews/live/ | true
SPORT

Decide un rocambolesco gol di Goran Pandev

Il Genoa torna alla vittoria: a Marassi 2-1 al Sassuolo

I liguri abbandonano l'ultimo posto in classifica e salgono a quota 14, mentre gli emiliani rimangono fermi a 19
 

Condividi
Il gol di Pandev (Ansa)
A Marassi il Genoa torna alla vittoria battendo 2-1 il Sassuolo e lasciando l’ultimo posto in classifica. Fanalino di coda della Serie A, il Genoa presenta in panchina il nuovo allenatore Davide Nicola che deve scuotere un ambiente depresso. Il Grifone aspetta la vittoria da otto partite. Il Sassuolo cerca i punti per consolidare la propria posizione tranquilla.

Nicola punta su Antonio Sanabria come partner offensivo di Pandev. Nel 3-5-2, dopo il ritorno in prestito dalla Juventus, subito spazio a Perin, davanti alla difesa a tre formata da Biraschi, Romero e Criscito. In mediana Jagiello, Radovanovic e Sturaro, con Ankersen e Pajac sulle fasce. Roberto De Zerbi deve fare a meno degli infortunati Defrel, Chiriches e Marlon. Hamed Traoré, reduce da due gol consecutivi, gioca nel tridente alle spalle di Caputo con Boga e Duncan. In mediana Locatelli e Obiang. In difesa Toljan e Kyriakopoulos, terzini ai lati della coppia Romagna-Ferrari.

Al 6’ Locatelli serve Traorè che di testa impegna Perin. La gara si sblocca al 28': Obiang atterra Sanabria in area, è rigore e Criscito porta avanti il Genoa. Ma la gioia dura poco. Al 33' batti e ribatti in area genoana e Obiang dal limite la piazza grazie a una deviazione. Al  36' Consigli è un gatto. Il portiere del Sassuolo dice per due volte di no a Sturaro, che spreca due occasioni importanti da distanza ravvicinata. A fine primo tempo contropiede del Genoa rifinito da Sturaro, che riceve sulla trequarti e allarga per Pajac: defilato sulla sinistra, il croato non prova la conclusione e crossa senza costrutto. Si va al riposo sull’1-1. Partita tutto sommato equilibrata dove si vede la mano di Nicola, almeno per quanto riguarda le ripartenze in velocità.

A inizio ripresa il Sassuolo tenta di accelerare il ritmo. Al 53’ De Zerbi sostituisce un acciaccato Duncan con  Djuricic. Al 62' ci prova Sanabria: l'argentino riceve da Pandev, si gira verso la porta e calcia col sinistro, pallone alto sopra la traversa. Replica il Sassuolo con Caputo, che riceve da Locatelli in area di rigore e calcia di potenza col destro poco lontano dalla porta di Perin. Al 65’ Nicola tenta la carta Favilli al posto di Sanabria, poi al 72’ fa entrare il nuovo arrivato Behrami, che prende il posto di Jagiello. Le squadre si allungano e al 76’ Djuricic va in gol ma, dopo aver consultato il Var, Irrati annulla per un tocco di mano. De Zerbi vuole stringere e al 77’ inserisce Berardi al posto di Boga. La mossa di Nicola è Cassata per Sturaro. All’86’ Pandev si getta su un cross basso di Favilli e, dopo l'uscita di Consigli, sfrutta un rimpallo con un ultimo tocco di testa quasi da terra. Rossoblù in vantaggio. Sei minuti di recupero ma il Grifone resiste e prende una boccata d’ossigeno.