Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-a4ecbd15-c649-41b0-be09-4f063fe0976f.html | rainews/live/ | true
MONDO

Riaperto lo scalo

Aeroporto Edimburgo, falso allarme per il bagaglio sospetto

L'aerostazione scozzese evacuata a causa di un bagaglio sospetto, ma si è trattato di un falso allarme: l'uomo che è stato fermato è un ingegnere e ha spiegato la presenza delle tracce di esplosivo sulla borsa

Condividi
aeroporto di Edimburgo
Edimburgo
Tanta paura e poi il sollievo per il falso allarme. L'area del terminal dell'aeroporto di Edimburgo è stata evacuata a causa di un bagaglio sospetto. E per tre ore sono stati interrotti tutti gli atterraggi dei voli, mentre lo scalo è rimasto chiuso durante le operazioni di verifica. Non si è trattato, però, di un atto terrorisitico.

Un passeggero sarebbe stato fermato per via della presenza di tracce di esplosivo sulla sua borsa e sulle sue mani. Le indagini della polizia e degli esperti in esplosivi sono arrivati alla conclusione che il bagaglio non era un potenziale pericolo. L'uomo, infatti, avrebbe avuto ragioni professionali per spiegare la situazione: si tratterebbe di un ingegnere. 

A dare la notizia della chiusura dello scalo sono stati i responsabili dell'aeroporto scozzese tramite un Tweet. Subito dopo la polizia scozzese ha trovato il bagaglio sospetto e ha chiuso le vie d'accesso allo scalo di Edinburgo. Passeggeri e staff sono stati evacuati, mentre sul posto sono giunti gli artificieri della Polizia che hanno transennato la zona centrale la borsa verso le 14,50 (ora italiana). Lo scalo è rimasto chiuso per tre ore e poi è stato riaperto.