Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-a56f6623-9be1-4266-bce3-db39b22bf0e0.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

L'emergenza Covid-19 in Italia

Coronavirus: 5.724 nuovi contagi, 29 deceduti e 976 guariti

I tamponi nelle ultime 24 ore sono stati 133.084

Condividi
Guarda i dati aggiornati

Continua l'aumento di contagiati dal Covid-19 in Italia. Oggi si registrano 5.724 casi in più rispetto alla giornata precedente. 

I ricoverati con sintomi in Italia sono complessivamente 4.336, rispetto a ieri 250 in più.

In terapia intensiva sono 390 (+3).

In isolamento domiciliare 70.103, cioè 4.466 in più rispetto a ieri.

Il totale degli attualmente positivi è di 74.829, in aumento di 4.719 casi rispetto a ieri.

Tra dimessi e guariti si contano 238.525 persone, in aumento di 976 unità.

I deceduti sono 29 nelle ultime 24 ore per un totale nazionale di 36.140.

I casi totali sono 349.494 (+5.724).

I tamponi nelle ultime 24 ore sono stati 133.084 per un totale di 12.460.055.

A trainare la crescita è sempre la Lombardia, balzata a 1.140 casi in un giorno, seguita da Campania (664), Veneto (561), Toscana (548), Piemonte (499) e Lazio (384). Non c'è nessuna regione Covid free: la migliore resta sempre il Molise, che ha 10 casi nuovi, dopo gli 11 di ieri.

Sono 1.140 i nuovi positivi al Covid-19 in Lombardia, a fronte di 22.910 tamponi effettuati, per una percentuale pari al 4,9%: dato in preoccupante crescita rispetto alle settimane precedenti. Stabile nelle ultime 24 ore il numero dei ricoveri in terapia intensiva, mentre i decessi per il coronavirus sono stati due da ieri. Dei nuovi positivi 75 sono classificati come 'debolmente positivi' e 8 sono stati scoperti a seguito di test sierologico. I dimessi o guariti oggi sono stati 244 in più di ieri, per un totale complessivo che sfiora gli 83mila casi. I morti in Lombardia invece sono arrivati alla cifra di 16.982. Per quanto riguarda i ricoverati, restano 44 nelle terapie intensive, come ieri, mentre nei reparti non intensivi il numero cresce di 37 unità, per un totale di 408 pazienti. Ancora una volta è, di gran lunga, Milano la provincia con più nuovi casi: 587, di cui 312 nel capoluogo.

In Campania 664 nuovi casi, due vittime e 68 guariti
Sono 664 i nuovi casi di coronavirus registrati oggi in Campania. Sono stati analizzati 9.031 tamponi. Il totale dei casi di coronavirus in Campania dall'inizio dell'emergenza è 17.897, mentre sono 673.472 i tamponi complessivamente esaminati. L'Unità di crisi della Regione Campania rende noto che sono stati registrati 2 decessi legati al coronavirus, con il totale dei deceduti in Campania dall'inizio dell'emergenza che sale così a 477. Sono 68 i nuovi guariti: il totale dei guariti è 7.229. Report posti letto su base regionale: posti di terapia intensiva disponibili: 110; posti letto di terapia intensiva occupati: 63; posti letto di degenza disponibili: 820; posti letto di degenza occupati: 636.

In Veneto 561 casi e 6 decessi
"Nelle ultime 24 ore abbiamo registrato  561 nuovi contagi. Sono decedute 6 persone e i ricoverati in ospedale sono 325, di cui 29 persone in terapia intensiva, una unità meno di ieri. Questi dati testimoniano che in questo momento in Veneto non c'è un'emergenza sanitaria ospedaliera". Così il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, commenta i dati giornalieri della situazione dell'epidemia di coronavirus in Veneto. "Dei 5.832 attualmente positivi, soltanto il 3,8% presenta sintomi. Analizzando questi dati si capisce una cosa: a livello di contagi la situazione è simile al mese di marzo, ma sul piano delle  ospedalizzazioni neanche lontanamente paragonabile. Questo si spiega con un altro dato. L'età media dei contagiati è passata da 60-65 anni a 45 anni", spiega Zaia. "Se la situazione dovesse cristallizzarsi così, sarebbe gestibile dal  punto di vista ospedaliero. Noi comunque stiamo attrezzando  preventivamente le strutture per fronteggiare eventuali aumenti di ricoveri. Per fare in modo che la situazione non precipiti, ricordo che l'uso della mascherina è fondamentale. Trovo assurdo anzi che  intorno a questo tema ci sia un dibattito. L'uso preventivo di questo dispositivo, inoltre, spero ci aiuti anche con influenza, che non è  una banalità specialmente nel contesto attuale", sottolinea Zaia.

548 casi in Toscana, aumento record 
 Record in Toscana da inizio pandemia di nuovi casi: rispetto a ieri sono aumentati di 548, con una crescita percentuale pari al 3,2. E' la prima volta che la Toscana supera i 500 casi giornalieri. Già ieri con 483 era stato superato il picco massimo raggiunto durante la fase emergenziale, pari a 406 registrato il 2 aprile. In totale in Toscana da inizio epidemia ci sono stati 17.643 contagi e gli attualmente positivi sono 5,640, + 10% rispetto a ieri. I test eseguiti hanno raggiunto quota 828.114, 11.237 in più rispetto a ieri.  I ricoverati sono 190 (20 in più rispetto a ieri), di cui 30 in terapia intensiva (stabili). Oggi non si registrano nuovi decessi. 

D'Amato: nel Lazio 384 casi, in lieve diminuzione
"Su oltre 14 mila tamponi oggi nel Lazio si registrano 384 casi in lieve diminuzione, 6 i decessi e 59 i guariti". Lo afferma l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato. "Nel Lazio - aggiunge - diminuiscono lievemente i casi positivi con un elevato numero di tamponi e le terapie intensive sono senza nuovi ricoveri. Le prossime settimane saranno decisive. Roma e il Lazio stanno tenendo meglio di altre realtà, ma non bisogna abbassare la guardia. La rete ospedaliera, pur sotto pressione, al momento sta rispondendo alle esigenze". D'Amato fa sapere che "l'Istituto Spallanzani è al 60% della capacità".

Emilia Romagna, 383 nuovi positivi e un decesso
Trecentottantatre nuovi positivi - di cui 162 asintomatici -  su oltre 13.700 tamponi effettuati, e un decesso nella provincia di Parma, chg fa salire il  totale delle vittime del virus in Regione a 4.494 (37.297 i casi di positività registrati). I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 5.976 (367 in più di quelli registrati ieri). Le persone in isolamento a casa sono complessivamente 5.719 (+350 rispetto a ieri), circa il 95% dei casi attivi. Sono 16 i pazienti in terapia intensiva (+2 rispetto a ieri), 241 (+15) quelli ricoverati negli altri reparti Covid. Questi i principali dati sul coronavirus in Emilia Romagna alle 12 di oggi. 

Sono 22 i nuovi contagi collegati a rientri dall'estero, per i quali la Regione ha previsto due tamponi naso-faringei durante l'isolamento fiduciario se in arrivo da Paesi extra Schengen e un tampone se di rientro da Belgio, Francia, Paesi Bassi, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Repubblica Ceca e Spagna. 13 invece i casi positivi di rientro da altre regioni. L'età media dei nuovi positivi di oggi è 42,8 anni. Sui 162 asintomatici, 103 sono stati individuati grazie all'attività di contact tracing, 33 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 7 con i test pre-ricovero, 4 identificati in seguito a test sierologico positivo. Per 15 casi e' in corso la verifica sul motivo del tampone. Per quanto riguarda la situazione nelle province, i numeri più elevati si registrano in quelle di Bologna (60 casi), Modena (53), a Forlì (44), Piacenza (43 casi), a Rimini (38), a Ferrara (38), a Reggio Emilia (32), a Cesena (23), Parma (22), Ravenna (21) e a Imola (9).