Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-a6f26780-4486-474e-bdde-87e6e544545d.html | rainews/live/ | true
POLITICA

La fuga dell'ex Senatore diventa un caso politico

Caso Dell'Utri, M5S e Fava: "Alfano si dimetta". De Girolamo: "Viminale non c'entra"

Movimento 5 Stelle e l'esponente di Sel chiamano in causa il ministro dell'Interno ma Quagliariello e la capogruppo alla Camera di Ncd escludono responsabilità. Di Pietro: "Si costituisca"

Condividi
La prima reazione alla notizia della presunta latitanza di Marcello Dell’Utri arriva dai deputati e senatori del Movimento 5 Stelle che augurano buon viaggio “all’amico fraterno di Berlusconi” e chiedono le dimissioni del ministro dell’Interno Angelino Alfano. Stessa richiesta arriva anche dal deputato di Sel Claudio Fava, vicepresidente della Commissione Antimafia che parla di “inadeguatezza” del Viminale.

Dimissioni respinte ai mittenti da Gaetano Quagliariello di Ncd che sottolinea la “stravaganza” delle parole di Fava e del M5S, così come Nunzia Nunzia De Girolamo, capogruppo Ncd alla Camera che esclude responsabilità del Viminale nella vicenda.

Si rivolge invece direttamente “all’ideologo di Forza Italia” Antonio di Pietro che invita Dell’Utri a recarsi in un commissariato a costituirsi.