Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-a7f10fd6-4155-42a0-acda-592cf9ea4165.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

58 nella seconda ondata

Covid: 182 i sacerdoti morti dall'inizio della pandemia

È lunga la lista dei sacerdoti morti dopo aver contratto il virus. Una lista di religiosi, che hanno speso tempo e impegno non solo in Italia, ma in tante missioni all’estero

Condividi
Veniva dalla Repubblica Democratica del Congo don Matteo Mpampanye, 51 anni morto per Covid. Il religioso faceva parte della comunità della Società delle Divine Vocazioni di Perdifumo. A riportare la notizia il quotidiano l’Avvenire che riporta anche il numero delle vittime: 182 da inizio pandemia ad oggi, 58 nella seconda ondata.

Tanti i nomi e le storie. Don Tarcisio Nardelli, 83 anni, parroco del Cuore Immacolato di Maria, a Borgo Panigale, diocesi di Bologna: era stato fidei donum nella missione diocesana di Iringa, in Tanzania.  Esperienza missionaria in Africa anche per don Fernando Benigni, della diocesi di Terni-Narni-Amelia. 78 anni, era stato cappellano delle acciaierie di Terni contribuendo alla visita di Giovanni Paolo II nel 1981. E' spirato nella Casa del Clero di Trento don Luigi Pezzi, 94 anni, prete dal 1954: è il nono sacerdote della Chiesa trentina a morire dopo il contagio.