Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-a9ad35f0-a579-40a0-aac2-a4c6eaee79d4.html | rainews/live/ | true
SPORT

Modena

Il giallo della morte di Mattia Dall'Aglio, ci sarebbero uno o più indagati

Condividi
La procura di Modena ha avviato un'inchiesta perchè ci sono ancora molte cose da chiarire sulla morte improvvisa di Mattia Dall'Aglio. I magistrati hanno aperto un fascicolo per omicidio colposo. Ci sarebbero uno o più indagati.  È stata disposta l’autopsia, che sarà effettuata giovedì per stabilire le cause della morte. Se davvero è stato un infarto o un incidente avvenuto in palestra. L'altra domanda ancora senza risposta è perchè Mattia si trovava da solo?

La procura di Modena invierà "avvisi di garanzia per uno o più indagati" lo annuncia il procuratore capo di Modena Musti in attesa dei risultati dell'autopsia che dovrà accertare, tra l'altro, se sono stati somministrati al giovane atleta farmaci che potrebbero aver causato la morte.

La carriera di Mattia Dall'Aglio
Nato a Montecchio il 14 gennaio 1993, ma residente a Reggio Emilia, Dall'Aglio aveva partecipato con la maglia azzurra alle Universiadi di Gwangju 2015, dopo aver effettuato tutto il percorso con le nazionali giovanili. Aveva ottenuto il quarto posto con la staffetta 4x100 stile libero e l'accesso alle semifinale nei 100 stile libero.

Barelli (Federnuoto): condoglianze a tutta la famiglia
Il presidente della Federnuoto, Paolo Barelli, a nome di tutta la federazione ha espresso "le più sentite condoglianze alla mamma Fabrizia, al papà Gianluca, ai familiari tutti ed amici e a tutti coloro i quali hanno avuto il privilegio di conoscerlo".