Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-aa9faf15-995f-47ae-a539-137b666e81ae.html | rainews/live/ | true
MONDO

Tensione in Asia

Ancora alta tensione in Kashmir. Colpi di mortaio sul confine tra il Pakistan e l'India

Intanto la chiusura dello spazio aereo pakistano per le tensioni con l'India nel Kashmir sta causando disagi a catena, con ripercussioni anche in Europa

Condividi
Resta altissima la tensione tra New Delhi e Islamabad dopo l'incursione indiana contro le milizie islamiste e la reazione pachistana che ha portato all'abbattimento di due caccia. Questa mattina all'alba l'esercito pachistano ha ripetutamente violato  il cessate il fuoco nella zona di Poonch, in Kashmir, lungo la cosiddetta linea di controllo (LoC), sul confine con l'India. Lo scrive l'agenzia di stampa indiana Ians.

Per il settimo giorno consecutivo, i militari pachistani schierati sul confine hanno sparato colpi di mortaio e bombardato. Ufficiali dell'esercito indiano ha detto di avere risposto con forza ai colpi di mortaio. tutte le scuole sono rimaste chiuse e gli abitanti dei villaggi della zona sono stati invitati a restare all'interno delle loro abitazioni.

Chiusura spazio aereo, disagi a catena su voli commerciali
Intanto la chiusura dello spazio aereo pakistano per le tensioni con l'India nel Kashmir sta causando disagi a catena, con ripercussioni anche in Europa. Circa 5.000 turisti sono rimasti bloccati a Bangkok dopo che la Thai Airways ha cancellato tutti i voli che avrebbero dovuto sorvolare il Pakistan, 27, gran parte dei quali da e per i Paesi europei.

In particolare, i disagi riguardano "4.000 turisti di voli europei e 700-800 diretti in Pakistan", ha spiegato un portavoce della compagnia thailandese."Stiamo aspettando permessi per sorvolare altri Paesi", ha aggiunto il portavoce, spiegando che ci sono contatti con la Cina in tal senso e che i passeggeri sono stati sistemati in hotel sulla costa. Sono stati cancellati voli per Londra, Parigi, Bruxelles, Milano, Monaco di Baviera, Zurigo, Vienna, Stoccolma, Oslo e Copenaghen, oltre a 10 voli provenienti dall'Europa.