Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-d881c756-40c9-43dc-9948-50cca7230078.html | rainews/live/ | true
SALUTE

estate sicura

Controlli dei Nas in ristoranti e alberghi: pesci "d'annata" e vino contraffatto

Operazione Estate Tranquilla del Ministero della Salute: i Nas hanno effettuato più di 800 ispezioni in tutta Italia per verificare lo stato delle strutture ricettive, ma anche la salubrità di quello che portiamo a tavola

Condividi
Pesci "appena pescati", ma lo scoglio si trovava dall'altra parte del mondo. Astici branzini e granchi venduti a peso d'oro come freschi, ma erano stati resuscitati da una lunga ibernazione. E poi strutture alberghiere che si erano inventate la piscina nel garage o chiamavano bungalow catapecchie poco igieniche, la precarietà venduta come tocco esotico: ne hanno trovate di tutti i colori, i Nas dei Carabinieri, nelle loro 810 ispezioni nelle maggiori località turistiche italiane, 300 le violazioni alle normative, 23 tonnellate di alimenti scaduti o contraffatti sequestrati, 225 persone denunciate, multe per 200mila euro. Per 20 strutture la situazione era così compromessa che ne è stata disposta l'immediata chiusura.

Una poca aderenza alla onestà, per non chiamarla col codice penale frode in commercio, che accomuna nord, centro e sud d'Italia: a Rovigo sono stati messi i sigilli a 6 tonnellate di pesci e crostacei congelati che non avevano l'etichetta per la tracciabilità, e forse i proprietari pensavano fossero bottiglie di vino da invecchiare visto che la data di scadenza era stata largamente superata. A proposito, falsificano pure lo champagne, 300 bottiglie sequestrate in Emilia Romagna ed in Campania.
E alle gestioni allegre che poi fanno scappare i turisti non si sottraggono agriturismi, villaggi e campeggi: su 600 strutture controllate, il 45% aveva qualche irregolarità. Questi interventi, ha detto il ministro Lorenzin, servono a fronteggiare chi mette in pericolo la salute delle persone ma anche il Made in Italy: i turisti, italiani e stranieri, si aspettano dal nostro Paese solo il meglio, e la nostra offerta di prodotti e servizi non deve avere ombre. Le norme ci sono, i controlli pure: facciamole applicare.