Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-db0118fe-f7d7-4945-b6c4-6f69b3062cb1.html | rainews/live/ | true
MONDO

Repubblica Democratica del Congo

Corte Aja: il 'signore della guerra' Ntaganda colpevole di crimini contro l'umanità

'Terminator', oggi 45enne, ha avuto un ruolo decisivo nelle atrocità commesse tra il 1999 e il 2003 in Ituri, nel nordest del Paese. Stupri e schiavitù sessuale, arruolamento di bambini soldato, persecuzione di interi villaggi, trasferimenti forzati di popolazione civile sono alcune tra le accuse a suo carico

Condividi
La Corte penale internazionale dell'Aja (Cpi) ha riconosciuto colpevole l'ex 'signore della guerra' Bosco Ntaganda di crimini di guerra e crimini contro l'umanità, legati tra l'altro a massacri di civili, stupri di ragazze, arruolamento di bambini soldato nella Repubblica Democratica del Congo.

Soprannominato 'Terminator',  secondo i giudici l'uomo oggi 45enne ha avuto un ruolo decisivo nelle atrocità commesse tra 1999 e 2003 in Ituri, nel nordest del Paese, ragione instabile e ricca di minerali. Stupri e schiavitù sessuale, arruolamento di bambini soldato di età inferiore ai 15 anni, omicidio di un prete, persecuzione di interi villaggi, trasferimenti forzati di popolazione civile, sono alcune tra le accuse rivoltegli.

"Svolgeva una funzione militare molto importante e aveva un ruolo determinante per creare un gruppo armato potente", ha dichiarato il giudice Robert Fremr. "Alla luce dei suoi ordini diretti di uccidere civili", ha aggiunto, l'ex signore della guerra "approvava il comportamento criminale dei soldati". Il congolese, che rischia l'ergastolo, può ancora presentare ricorso. 

Secondo le ong, oltre 60mila persone sono morte dallo scoppio delle violenze in Ituri nel 1999; Ntaganda ha avuto un ruolo centrale nella pianificazione delle operazioni dell'Unione dei patrioti congolesi e del suo braccio armato, Forze patriottiche di liberazione del Congo. È uno dei cinque capi della guerra congolese portati davanti al tribunale, fondato nel 2002 per processare le peggiori atrocità commesse nel mondo. Nel marzo 2012 la Cpi ha condannato a 14 anni di carcere Thomas Lubanga, ex capo di Ntaganda nelle Fplc. Vari imputati sono stati prosciolti negli anni recenti, mentre alcuni Paesi africani accusano la Cpi di accanirsi su sospettati africani.