Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-ddd74dcc-c751-484e-ade0-dae2ce68fa70.html | rainews/live/ | true
MONDO

Alfano: Strategia nazionale anti radicalizzazione

Terrorismo, vertice Ue: più intelligence e controlli

I ministri dei Ventotto hanno mantenuto l'impegno di accelerare l'attuazione delle decisioni già prese dopo gli attacchi terroristici di Parigi del 13 novembre, stilando un tabella di marcia politica, un calendario con tutte le tappe da attuare

Condividi
l Pnr, il registro dei dati passeggeri aerei, deve essere adottato "ad aprile" e attuato "con urgenza". Lo hanno stabilito i ministri della Giustizia e degli Interni dei Paesi dell'Ue in occasione della riunione straordinaria convocata dopo gli attacchi terroristici di Bruxelles. I ministri dei Ventotto hanno mantenuto l'impegno di accelerare l'attuazione delle decisioni già prese dopo gli attacchi terroristici di Parigi del 13 novembre, stilando un tabella di marcia politica, un calendario con tutte le tappe da attuare.

Resta fermo l'obiettivo di approvare entro la fine della presidenza olandese di turno del Consiglio Ue, quindi entro fine giugno, l'accordo per l'istituzione di una guardia costiera e di frontiera europea, utile anche per la gestione dei flussi migranti.

Sempre entro la fine di giungo si intende sviluppare un codice di condotta contro i discorsi di istigazione all'odio su internet.

Ancora, "entro giugno" Commissione europea, il coordinatore per l'anti-terrorismo dell'Ue, e "le agenzie rilevanti" presenteranno "risultati concreti in particolare per quanto riguarda la condivisione e verifica delle informazioni in materia di anti-terrorismo".

Il commissario europeo per l'Immigrazione e gli Affari interni, Dimitris Avramopoulos, ha annunciato per "le prossime settimane" una proposta per avere a livello europeo migliore uso e migliore interconnessione dei dati messi in comune.

Alfano: piano nazionale anti-radicalizzazione
l governo italiano varerà un "Piano nazionale anti-radicalizzazione", ha annunciato il ministro dell'Interno Angelino Alfano. "In Italia - ha detto il ministro - io proporrò un piano, una strategia nazionale anti-radicalizzazione per evitare che venga piantato un seme che dia negli anni a venire un frutto avvelenato". Secondo Alfano, comunque, "l'Italia è un paese da questo punto di vista sano". Ma, ha insistito, "dobbiamo, dal punto di di vista culturale e nel legame che la cultura ha con la sicurezza, varare un piano nazionale anti-radicalizzazione".