Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-de930f39-196a-4e3d-adb0-1fe77b4435e6.html | rainews/live/ | true
MONDO

Sempre più russi chiedono asilo politico alla Ue

La Federazione Russa si posiziona al terzo posto, dopo Afghanistan e Siria per numero di richiedenti asilo all'Unione Europea. Il capo della rappresentanza Ue a Mosca: "Non ho spiegazioni per questo fenomeno".

Condividi
Dopo Afghanistan e Siria è la Russia il Paese dal quale proviene il maggior numero di richiedenti asilo all'Unione Europea. In un anno il numero di cittadini russi in cerca di asilo politico in Europa è, infatti, quadruplicato. Nel secondo trimestre del 2012, erano stati 4.425 russi a chiedere asilo, mentre nello stesso periodo del 2013 il numero dei richiedenti è salito a 16.845. E dall'inizio dell'anno in corso sono oltre 23.000 i russi che hanno bussato alle porte dell'Unione. L’ha riferito l’ambasciatore Vigaudas Ushazkas, capo della rappresentanza Ue nella Federazione Russa, nel corso della presentazione a Mosca del primo rapporto sulla realizzazione delle “Misure congiunte per la transizione verso l’abolizione dei visti per i brevi soggiorni dei cittadini russi e dell’UE”. I rappresentanti dell’Unione Europea hanno espresso preoccupazione per il fenomeno in continua crescita. Un fenomeno che vede la Russia al terzo posto per numero di richiedenti asilo all'Ue, dopo Paesi martoriati come la Siria e l'Afghanistan e per il quale i funzionari europei non hanno, al momento, spiegazioni, come ha ammesso lo stesso ambasciatore Vigadaus.