Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-e006b47c-3b53-4947-a16c-3fe6401f7a55.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Fermo, bomba rudimentale di fronte alla chiesa di Don Vinicio Albanesi, presidente di Capodarco

Si tratta del terzo ordigno contro una chiesa che viene fatto esplodere a Fermo. La comunità di capodarco è particolarmente attiva nell'assistenza ai poveri e ai migranti

Condividi
Un ordigno rudimentale e' stato fatto esplodere la notte scorsa da ignoti davanti al portone della Chiesa di San Marco alle Paludi a Fermo, di cui e' parroco don Vinicio Albanesi, presidente della Comunita' di Capodarco.

Nessuno e' rimasto ferito ma i danni sono ingenti: la deflagrazione ha mandato in pezzi le vetrate e il rosone della cappella, e ha svegliato i residenti.

Si tratta del terzo attentato ad una chiesa fermana, dopo quelli dei mesi scorsi contro il Duomo e San Marco, e l'ipotesi degli investigatori e' che la mano sia la stessa.

Don Albanesi, accorso sul posto insieme ai carabinieri e ai vigili del fuoco, e' anche direttore della Caritas diocesana, particolarmente impegnata nell'assistenza ai poveri e ai migranti.