Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ContentItem-e2fddbfb-138c-4e1c-b392-73b2045750c7.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Indaga la Digos

Brindisi, migranti aggrediti con mazze da baseball: due feriti

La Digos di Brindisi sta acquisendo le testimonianze delle vittime e sta cercando di chiarire se il movente sia realmente razzista o se si sia trattato di episodi di altra natura. I fatti - ha appreso l'ANSA - si sono verificati nella tarda serata di venerdì, stesso giorno in cui una ragazzina di 15 anni aveva denunciato in questura una presunta aggressione subita da tre stranieri, non identificati

Condividi
Due migranti sono stati feriti, uno in modo grave, a Brindisi con le mazze da baseball, mentre una terza aggressione nei confronti di un giovane migrante sarebbe fallita per l'intervento di un passante. La notizia - pubblicata da giornali locali - è stata resa nota dal 'Forum provinciale per cambiare l'ordine delle cose' che condanna gli episodi. Uno dei due feriti è Elija, segretario della comunità cittadina del Ghana, che vive e lavora a Brindisi da diversi anni. Il secondo migrante ferito è un ragazzo del Senegal, residente attualmente nel dormitorio.

Il primo sarebbe stato aggredito mentre tornava a casa dal lavoro, il secondo mentre stava per raggiungere la Caritas. Il terzo migrante si sarebbe salvato dall'aggressione della grazie all'intervento di un passante il quale ha urlato al gruppo di aggressori che avrebbe chiamato la polizia.

Sugli episodi indaga la Digos di Brindisi che in queste ore sta acquisendo le testimonianze delle vittime e sta cercando di chiarire se il movente sia realmente razzista o se si sia trattato di episodi di altra natura. I fatti - ha appreso l'ANSA - si sono verificati nella tarda serata di venerdì, stesso giorno in cui una ragazzina di 15 anni aveva denunciato in questura una presunta aggressione subita da tre stranieri, non identificati.

Entrambi gli stranieri picchiati hanno necessitato delle cure dei medici del pronto soccorso. La segnalazione è giunta al 113 da cittadini che hanno assistito ai fatti. 

Insultano giocatori del Mesagne (Brindisi) mimando scimmie: 7 daspo
Per aver insultato, mimando la gestualità delle scimmie, due calciatori di colore del Mesagne
(Brindisi), durante una partita del campionato di Eccellenza, sono stati sottoposti a daspo 7 tifosi della squadra avversaria, il Gallipoli. Tutti, inoltre, sono stati denunciati per atti di discriminazione per motivi razziali. I provvedimenti, che impongono il divieto di assistere a manifestazioni sportive per un periodo di cinque anni, sono stati emessi dal questore di Brindisi, Maurizio Masciopinto. 

Le indagini sono state condotte dai poliziotti del commissariato di Mesagne, in collaborazione con la Digos di Brindisi e il commissariato di Gallipoli. I fatti risalgono al 16 settembre scorso e si sono verificati allo stadio "Guarini" di Mesagne. Erano presenti circa cinquanta sostenitori della squadra ospite: si levarono dalla curva ripetuti ululati e mugugni, imitando il verso e la postura della scimmia, all'indirizzo di due giocatori di colore della squadra avversaria. Fu l'arbitro ad annotare sul referto quanto accaduto, sì da determinare una multa da 500 euro per la squadra jonica. Dai fotogrammi sono stati poi individuati gli autori, ultrà gallipolini, di età compresa tra i 20 e i 32 anni.