Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Corea-Nord-Rischio-guerra-nucleare-improvvisa-Pence-era-pazienza-strategica-e-finita-521e139b-43f6-4c58-84ac-907d10064383.html | rainews/live/ | true
MONDO

Alta tensione

Nord Corea: "Rischio guerra nucleare improvvisa". Trump a Kim Jong-Un: "Comportati bene"

Il vice ministro degli Esteri nordcoreano alla Bbc: "Condurremo altri testi missilistici su base settimanale, mensile e annuale". Il vicepresidente Usa Pence intanto ha definito "corazzata" l'alleanza tra Washington e Seul e ha ribadito che "tutte le opzioni sono sul tavolo" per fare pressione su Pyongyang affinché si sbarazzi delle sue armi nucleari e del programma missilistico.

Condividi
"Una guerra nucleare potrebbe scoppiare da un momento all'altro nella penisola coreana": lo ha detto l'ambasciatore di Pyongyang all'Onu, Kim In Ryong, parlando con i giornalisti al Palazzo di Vetro. "Gli Stati Uniti stanno disturbando la pace e la stabilità globale, insistendo in una logica da gangster - ha precisato il delegato nordcoreano - Se gli Usa osano scegliere l'opzione militare la Repubblica Popolare democratica di Corea è pronta a reagire a qualunque tipo di guerra voluta dagli Stati Uniti".

A rincarare la dose ci pensa il vece ministro degli Esteri nordcoreano, Han Song-Ryol, che in un'intervista alla Bbc ha dichiarato: "Condurremo altri test missilistici su base settimanale, mensile e annuale, combatteremo una guerra totale se gli Usa saranno così sconsiderati da usare mezzi militari".

Shinzo Abe chiede soluzione "pacifica" alla crisi
Il primo ministro giapponese chiede una soluzione "pacifica" della crisi sul programma missilistico e nucleare della Corea del Nord, durante il suo incontro di oggi con il vice presidente degli Stati Uniti Mike Pence.

Trump a Kim Jong-Un: "Comportati bene"
Il presidente americano, Donald Trump, ha mandato un nuovo messaggio alla Corea del Nord e al suo leader, Kim Jong-Un: "Comportati bene", ha detto. L'avvertimento di Trump arriva dopo un fine settimana di forti tensioni per le celebrazioni del compleanno del fondatore del
regime, Kim Il-Sung, nonno del dittatore Kim Jong-Un. Nel corso della parata Pyongyang ha mostrato tutta la sua forza militare, ma ha visto fallire un test missilistico e non ha portato a termine l'ennesimo test nucleare annunciato nei giorni scorsi.

Pence: "La pazienza strategica è finita"
L'era della pazienza strategica degli Stati Uniti verso la Corea del Nord è finita e tutte le opzioni per contrastare il regime di Pyongyang sono sul tavolo. E' il messaggio del vice presidente degli Stati Uniti, Mike Pence, che oggi, al secondo giorno di visita in Corea del Sud ha visitato la Dmz, la zona demilitarizzata che divide le due Coree al trentottesimo parallelo.

Pence ha voluto mandare un messaggio di "risolutezza" ai soldati statunitensi stanziati lungo il confine con la Corea del Nord e di rassicurazione a quelli sud-coreani.

Visitando la Zona demilitarizzata coreana (Dmz), Pence ha definito "corazzata" l'alleanza tra Washington e Seul e ha ribadito che "tutte le opzioni sono sul tavolo" per fare pressione su Pyongyang affinché si sbarazzi delle sue armi nucleari e del programma missilistico.    

Il vicepresidente Usa è poi tornato a definire una "provocazione" l'ultimo fallito test missilistico della Corea del Nord, dicendo di augurarsi che il chiaro messaggio dell'amministrazione Trump venga recepito da Pyongyang.

Trump spera in "straordinarie leve" Cina
Pence ha detto che il presidente americano Donald Trump spera che la Cina userà le sue "leve straordinarie" per fare in modo che la Corea del Nord abbandoni il suo programma missilistico e nucleare. Ieri in un tweet Trump ha affermato che la Cina sta lavorando con gli Usa per risolvere "il problema nordcoreano". Sempre ieri telefonata tra il segretario di Stato americano Rex Tillerson e il ministro degli Esteri cinese Yang Jiechi.