Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Coronavirus-Abrignani-con-i-giovani-vaccinati-stop-alle-varianti-309e1566-3833-4c4a-8e7f-1e0e4361417e.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

Intervista al Corriere della Sera

Coronavirus, Abrignani: con i giovani vaccinati stop alle varianti

"Se non si vaccinassero il virus circolerebbe di più creando appunto problemi di sanità pubblica", ricorda l'immunologo del Comitato tecnico scientifico

Condividi
"La protezione dei giovani, quindi anche degli adolescenti, è di primaria importanza nell'ambito di una strategia di contenimento del virus. Se riduciamo il bacino di persone che possono essere colpite ridurremo anche lo sviluppo di nuove varianti. Se diamo al Sars-CoV-2 altre opportunità di replicarsi, alla fine potrebbe azzeccare la mutazione capace di sfuggire alla profilassi". Lo dice in un'intervista al Corriere della Sera l'immunologo del Comitato tecnico scientifico Sergio Abrignani.

"Se non si vaccinassero il virus circolerebbe di più creando appunto problemi di sanità pubblica", ricorda Abrignani: "Spero fortemente, e ci credo, che i giovanissimi non si tirino indietro non sentendosi personalmente in pericolo. I ragazzi hanno sofferto molto, privati delle loro libertà, e capiranno che ora devono partecipare alla ricostruzione della normalità. Fate un grande gesto nell'interesse della collettività", conclude.