Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Coronavirus-Italia-supera-il-milione-di-casi-32.961-nuovi-positivi-e-623-morti-483af6e3-e44c-44fd-9089-22c7bd362749.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

I numeri della pandemia

Coronavirus: l'Italia supera il milione di casi, con 32.961 nuovi positivi e 623 morti

A quasi 11 mesi dall'inizio dell'emergenza, l'Italia supera il milione di casi Covid-19. I contagiati totali, compresi guariti e vittime, sono 1.028.424 

Condividi
Covid-19: guarda tutti i dati aggiornati in Italia e nel mondo

A quasi 11 mesi dall'inizio dell'emergenza, l'Italia supera il milione di casi Covid-19. 

Secondo i dati del Ministero della Salute nelle ultime 24 ore sono stati registrati 32.961 nuovi casi, a fronte di 225.640 tamponi effettuati. 623 le vittime.

Ieri i casi erano stati 35.098 con 580 decessi e 217.758 tamponi. Il rapporto tra tamponi e nuovi casi si attesta al 14.61%, contro il 16.12% di ieri.

I ricoverati con sintomi in Italia sono complessivamente 32.525, con un aumento di 921 casi rispetto a ieri. Di questi, in terapia intensiva sono 3.081, con un aumento di 110. In isolamento domiciliare si trovano 580.833 persone, pari a 22.327 in più.

Il totale degli attualmente positivi in Italia è di 613.358 casi, cioè 23.248 in più rispetto a ieri. Tra dimessi e guariti si contano 372.113 persone, in aumento di 9.090 unità. I deceduti sono 623 nelle ultime 24 ore per un totale nazionale di 42.953 vittime del Covid-19 dall'inizio della pandemia in Italia. I casi totali sono 1.028.424 (+32.961). I tamponi nelle ultime 24 ore sono stati 225.640 per un totale di 17.965.836.

La Lombardia si conferma la regione in Italia con il maggior incremento di nuovi casi Covid con + 8.180 nuovi casi. Seguono la Campania (+3.166), Veneto (+3.082), Piemonte (+2.953), Toscana (+2.507), Lazio (+2.479), Emilia Romagna (+ 2.428). Aumenti a quattro cifre anche per Sicilia (+1.487), Puglia (+1.332) e Liguria (+1.102). A due cifre solo il Molise, con + 71 nuovi casi.

Ministro Boccia: decessi aumenteranno, per contenerli necessari sacrifici
"Il numero dei deceduti aumenterà ancora nei prossimi giorni, purtroppo, e per tenerlo giù il più possibile ora dobbiamo fare i sacrifici che è necessario fare, che non significa il lockdown nazionale come a marzo". Così il ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia, durante la registrazione della puntata di "Porta a porta", che andrà in onda questa sera su Rai1. "Dobbiamo resistere fino a gennaio-febbraio, dobbiamo tenerci per mano. Servirà riaprire ma non come a Ferragosto, da qualche parte in estate è partita la frizione".

Lombardia
Oggi in Lombardia si sono registrati 8.180 casi di coronavirus e 152 morti. In totale, dall'inizio dell'epidemia, i decessi sono stati 18.723. I tamponi effettuati nelle ultime 24 ore sono stati 52.712, che attestano al 15.52% la percentuale tra tamponi e nuovi positivi. Ieri, a fronte di 47.194 tamponi, c'erano stati 10.955 positivi e 129 morti.

Piemonte
I ricoveri dei pazienti con Covid segnano oggi un rallentamento in Piemonte, ma non in terapia intensiva, dove il numero cresce di 15 (contro il +13 di ieri), negli altri reparti invece l'incremento è stato di 75 (contro il +175 di ieri). Il totale è di 340 ricoverati in terapia intensiva, 4790 negli altri reparti. Sale il numero dei decessi: 84, dei quali 16 registrati oggi. I nuovi casi di positività sono 2953 (ieri 3659) e continua a scendere la quota degli asintomatici, oggi al 35%. I tamponi processati sono 13578 (contro i 15812 di martedì). Le persone in isolamento domiciliare sono 55.224, i nuovi guariti sono 1350. Tutti i dati sono ricavati dal bollettino dell'Unità di crisi regionale.

Campania
Torna a salire il numero dei positivi in Campania: nelle ultime 24 ore, secondo quanto rende noto l'Unità di Crisi, sono 3166 - 351 sintomatici - su 18.446. Un numero maggiore, sia di casi sia di tamponi, rispetto a ieri quando le persone contagiate erano 2716 su 14290 tamponi. A salire è anche il numero dei decessi: 34 persone; ieri ne risultavano 18. Calano, invece, i guariti: 690 a fronte dei 790 del report di ieri. Questo, invece, il rReport posti letto su base regionale: Posti letto di terapia intensiva disponibili: 590; Posti letto di terapia intensiva occupati: 181; Posti letto di degenza disponibili: 3.160; Posti letto di degenza occupati: 2.077.

Emilia-Romagna
Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 78.283 casi di positività, 2.428 in più rispetto a ieri, su un totale di 20.670 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è oggi dell'11,7%. Si registrano 31 nuovi decessi su un totale di 4.876. Prosegue l'attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, sono 1.292 gli asintomatici individuati nell'ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 279 persone erano già in isolamento al momento dell'esecuzione del tampone e 415 sono state individuate nell'ambito di focolai già noti. L'età media dei nuovi positivi di oggi è 46,2 anni. 

Lazio
Sono 57.583 i casi positivi al Covid-19 nel Lazio. Di questi, 54.415 sono in isolamento domiciliare, 2.913 sono ricoverati non in terapia intensiva, 255 sono ricoverati in terapia intensiva (-2 rispetto a ieri), 1.503 sono deceduti e 13.968 sono guariti. Lo fa sapere l'assessorato alla Sanita e all'Integrazione Socio Sanitaria della Regione Lazio. 

Friuli Venezia Giulia
Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 572 nuovi contagi (6.171 tamponi eseguiti) e 13 decessi da Covid-19. Lo ha comunicato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Le persone risultate positive al virus in regione dall'inizio della pandemia ammontano in tutto a 16.102, di cui: 4.778 a Trieste, 6.414 a Udine, 2.977 a Pordenone e 1.732 a Gorizia, alle quali si aggiungono 201 persone da fuori regione. I casi attuali di infezione sono 8.285. Sono 46 i pazienti in cura in terapia intensiva e 346 i ricoverati in altri reparti. I decessi complessivamente ammontano a 489, con la seguente suddivisione territoriale: 239 a Trieste, 126 a Udine, 111 a Pordenone e 13 a Gorizia. I totalmente guariti sono 7.328, i clinicamente guariti 120 e le persone in isolamento 7.773. 

Puglia
Sono 27 le persone morte nelle ultime 24 ore in Puglia a causa dell'infezione da coronavirus. È quanto si legge nel bollettino diffuso dalla task force regionale che si occupa dell'epidemia. È tra i dati più alti registrati dall'inizio della pandemia a oggi. Il maggior numero di decessi è stato rilevato in provincia di Bari dove sono morte 11 persone, 8 quelle nell'area di Foggia, 5 in Salento, 2 nella Bat e uno in provincia di Taranto. Dei 7913 test processati per accertare l'infezione, il 16,8% ha dato esito positivo. Si tratta di 1332 nuove positività, più della metà - 677 - rilevate in provincia di Bari che resta l'area più colpita con 11.638 contagi dall'inizio dell'epidemia a oggi. Altri 189 casi sono stati accertati in provincia di Foggia, 153 nell'area ionica, 110 in Salento, 106 nella Bat e 84 in provincia di Brindisi. Altri 12 casi riguardano residenti fuori regione e di una persona non è nota la provincia di residenza. Dei 20.099 casi di attualmente positivi, 1273 si trovano in ospedale. Il numero di ricoveri è aumentato di 113 unità rispetto a ieri. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 622.094 test mentre sono 8.013 sono i pazienti guariti.

Liguria
Sono 1.102 i nuovi casi di positività rilevati in Liguria, per un totale di 39.242 dall'inizio della pandemia e 33 i morti delle ultime 24 ore, con il dato complessivo che sale a 2.009. In calo l'indice RT: "Il 27 ottobre per la Liguria era 1,47, oggi siamo a 1,10", dice il presidente ligure Giovanni Toti in serata facendo il punto sulla situazione. "Genova era 1,52 e oggi è scesa a 1,06. È il segno, probabilmente , se il dato si stabilizzerà, che le misure prese con i sindaci prima dei Dpcm iniziano a produrre effetti positivi, in ritardo di 15 giorni come previsto".