Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Costa-Rica-sommergibile-2-tonnellate-cocaina-narcos-sottomarino-narco-sub-2c949cd6-b445-47f1-883b-0fc6ed23d348.html | rainews/live/ | true
MONDO

Narco-sub

Costa Rica, catturato sommergibile con 2 tonnellate di cocaina

Un mezzo subacqueo è stato intercettato dalle Forze di Sicurezza del Costa Rica nel Pacifico

Condividi
di Tiziana Di Giovannandrea
Il Costa Rica è uno dei paesi che i narcos utilizzano per il trasporto della cocaina. I trafficanti di droga per il contrabbando della 'polvere bianca' usano anche i sommergibili in tutta l'area del Centro America. 

Un mezzo subacqueo è stato intercettato dalle Forze di Sicurezza del Costa Rica nel Pacifico. Il narco-sub aveva al proprio interno un carico di due tonnellate di droga.

Arrestati i due colombiani che manovravano il sottomarino e che sono rimasti feriti durante le fasi della cattura. Il narco-sub si era incagliato sulla spiaggia di Llorona nel Parco Nazionale di Corcovado. Un terzo componente dell'equipaggio è riuscito a sparire sulle montagne della zona. 

I sommergibili dei narcos-trafficanti sono dei piccoli sottomarini costruiti appositamente per il trasporto della droga.

I primi mezzi furono realizzati nel 1993 ed erano dei semi-sommergibili perché non si potevano immergere totalmente nell'acqua. Gli ultimi modelli di narco-sottomarini, oltre ad essere completamente sommergibili, sono costruiti per non essere rilevati da radar, sonar ed altri sistemi. L'idea dei narco-sub venne in mente ai trafficanti di cocaina verso il 1990 proprio per impedire ai radar di individuare le barche che utilizzavano per il traffico di droga.

Fino al 2006, anno in cui la Guardia Costiera degli Usa ne catturò uno, si pensava che esistessero ma nessuno li aveva mai visti realmente.