Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Covid-Germania-oltre-50mila-casi-in-24-ore-f65ab929-8ed1-4f8f-8f6e-77d5500314f6.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

Sassonia, Turingia e Baviera gli stati più colpiti

Covid, in Germania oltre 50mila casi in 24 ore. Esercito mobilita fino a 12mila soldati

 "La situazione è grave", ha detto il ministro della Sanità Spahn

Condividi
Con la quarta ondata torna il coprifuoco in Europa: allarme rosso in Germania e Belgio. L'Austria isola i no vax, l'Olanda va in lockdown parziale per tre settimane. 

Il quadro pandemico in Germania continua a peggiorare, con i nuovi casi di Covid-19 di nuovo oltre quota 50.000. Il Robert Koch Institute (RKI) ha riferito che nelle ultime 24 ore sono stati registrati 235 decessi legati al Covid-19.

In Germania l'esercito intende mobilitare fino a 12mila soldati fino a Natale per contribuire alla gestione dell'emergenza Covid-19, aiutando gli ospedali, nonché sostenendo gli sforzi di
vaccinazione ed effettuazione di test e aiutando gli uffici sanitari nella realizzazione del tracciamento dei contatti dei contagiati. Lo riporta il magazine tedesco Der Spiegel.

Nell'ultima settimana ogni 100.000 persone 249,1 sono risultate positive al Covid.

"La situazione è grave e consiglio a tutti di prenderla come tale", ha detto il ministro della Sanità Jens Spahn. Secondo Lothar Wieler, capo del Koch Institute (RKI) per le malattie infettive, in alcune località i letti di terapia intensiva sono pieni. Gli stati di Sassonia, Turingia e Baviera sono i più colpiti dalla quarta ondata di contagi. 

Il tasso di terapie intensive occupate da pazienti Covid era di circa  4,7 per 100mila abitanti.

Appello Merkel: vaccinatevi per 'salvare' l'inverno
La cancelliera tedesca, Angela Merkel, ha invitato tutti i cittadini non immunizzati a vaccinarsi il più presto possibile, mentre i contagi nel Paese sono in aumento. Nel suo podcast settimanale, Merkel ha dichiarato: "Restiamo uniti, se pensiamo a proteggerci e prenderci cura degli altri, possiamo salvare il nostro Paese quest'inverno".

"Ci sono settimane molto difficili davanti a noi", ha avvertito la cancelliera. Merkel ha espresso preoccupazione per l'alto numero di pazienti in terapia intensiva e per il numero crescente di decessi, specialmente in regioni con bassi tassi di vaccinazione. "Pensateci", ha detto rivolgendosi a chi non si è vaccinato. "Abbiamo solo bisogno di farlo e farlo velocemente", ha aggiunto. E ancora: "Vi chiedo: unitevi a noi e provate anche a convincere parenti e amici". La cancelliera ha chiesto inoltre ai vaccinati di ottenere un booster contro il Covid-19.

I bambini under 12, che non possono ancora essere vaccinati in Germania, sono tra i gruppi più colpiti. Il capo dell'Associazione tedesca degli insegnanti ha avvertito sabato che gli uffici sanitari locali stanno lottando per tenere sotto controllo molti focolai nelle scuole di tutto il Paese. "La realtà è che siamo già sul punto di perdere il controllo in alcune zone calde", ha detto Heinz-Peter Meidinger al settimanale Welt am Sonntag. "Non sappiamo più come contenere i focolai nelle scuole", ha aggiunto. Sempre oggi, il governo ha ricominciato a offrire test rapidi gratuiti per il Covid-19. Erano stati eliminati un mese fa nel tentativo di convincere più persone a farsi vaccinare.

Tornano i test gratuiti per tutti in Germania
Da oggi i test per il coronavirus ritornano gratuiti per tutti in Germania, dopo la ripresa dei contagi che hanno raggiunto livelli record e minacciano la tenuta del sistema sanitario. La sospensione dei test gratuiti era stata annunciata dalle autorità sanitarie appena poche settimane fa, nel tentativo di incoraggiare sempre più persone a vaccinarsi. 

Record contagi in Austria, verso il lockdown per le persone non vaccinate 
L'Austria con 13.152 nuovi casi di Covid-19 registrati nella giornata di ieri fa segnare il record da inizio della pandemia. Si tratta di un dato superiore alla media degli ultimi giorni di 10.395 casi.

Nella giornata di domani il governo assieme ai Laender (regioni) definirà il lockdown per le persone non vaccinate e che entrerà in vigore, con tutta probabilità, mercoledì 17. Il provvedimento restrittivo non terminerà prima di un mese ma con molta probabilità interesserà anche le festività natalizie: Weihnachten (Natale) e le sue tradizioni, in Austria sono particolarmente sentite. 

Esplosa anche l'incidenza settimanale dei contagi che è di 814,6 ogni 100.000 abitanti. Nella giornata di ieri sono decedute 48 persone per un dato complessivo di 11.689 vittime da inizio pandemia di coronavirus. Forte è stato l'incremento giornaliero di casi in Alta Austria, ben 3.239 casi con un'incidenza settimanale di 1.296,7.

Resta molto elevata la pressione sugli ospedali con 2.282 pazienti covid ricoverati nei normali reparti (12 in meno rispetto a ieri) e 421 in terapia intensiva (15 in meno rispetto a venerdì ma 62 in più rispetto ad una settimana fa.