Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Cts-Riaperture-linee-guida-Covid-nuove-indicazioni-a-Regioni-per-ristoranti-cerimonie-spiagge-fcdce89b-0468-48dc-a13b-ba9c1e1b4463.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

Lotta alla pandemia

Riaperture. Cts dà le nuove linee a Regioni per ristoranti, cerimonie e spiagge

Definire sempre il numero massimo di presenze. No alle docce in palestra e Green pass per le cerimonie

Condividi
Prof. Franco Locatelli
di Tiziana Di Giovannandrea
Arrivano le nuove raccomandazioni alle Regioni, modificate rispetto alle precedenti, da parte del Comitato Tecnico Scientifico, coordinato dal prof. Franco Locatelli e Presidente del Consiglio Superiore di Sanità, che danno le linee guida da seguire per la riapertura delle attività economiche, sociali e ricreative.

Vengono individuati i principi generali per contrastare la diffusione del contagio da Coronavirus, quali norme igieniche e comportamentali, utilizzo dei dispositivi di protezione, distanziamento e contact tracing.
I settori, a cui si applicano le raccomandazioni del Cts, sono stati individuati sia perché rappresentano le attività maggiormente penalizzate dalle chiusure a causa della pandemia, sia perché costituiscono settori in cui il rispetto delle misure previste è più concretamente realizzabile e controllabile rispetto alla pubblica via e ai comportamenti negativi (assembramenti) che vi si registrano.

In via generale le raccomandazioni del Cts, rispetto alle linee guida per la riapertura delle attività economiche e ricreative prevedono "per tutte le attività, soprattutto laddove si punta progressivamente alla saturazione dei posti disponibili, e per tutti i lavoratori che non possono mantenere il distanziamento interpersonale previsto, bisogna considerare il possesso di uno dei requisiti per il Green certificate. Per tutte le attività, inoltre, resta inteso che devono essere usati, da parte dei lavoratori, i dispositivi di protezione individuale previsti in base ai rischi specifici della mansione, nonché conformi alle prescrizioni del Medico Competente".

Nell'elenco di modifiche inoltrate alle Regioni si evidenzia tra le altre cose che per quanto riguarda la ristorazione e cerimonie "i clienti dovranno indossare la mascherina a protezione delle vie respiratorie tranne nei momenti del bere e del mangiare". Nel caso dei ristoranti occorre "definire il numero massimo di presenze contemporanee (all'aperto e soprattutto al chiuso) in relazione ai volumi di spazio e ai ricambi d’aria ed alla possibilità di creare aggregazioni in tutto il percorso di entrata, presenza e uscita". Non si indica un numero massimo di persone per tavolo, al momento non più di 4. Si raccomanda di "rendere disponibili e obbligatori prodotti per l'igienizzazione delle mani per i clienti e per il personale anche in più punti del locale". Il Cts raccomanda l'accesso tramite prenotazione e di mantenere l'elenco dei clienti per 14 giorni. Per le cerimonie è "consentita la partecipazione solo a coloro che sono in possesso di uno dei requisiti per la Green card".

Per le spiagge e gli stabilimenti balneari serve "definire il numero massimo di presenze contemporanee (all’aperto e soprattutto al chiuso) in relazione ai volumi di spazio e ai ricambi d’aria ed alla possibilità di creare aggregazioni in tutto il percorso di entrata, presenza e uscita".

Negli spogliatoi di palestre, piscine termali e centri benessere, "deve essere preclusa la fruizione delle docce. Inoltre, negli spogliatoi deve essere vietato il consumo di cibi", raccomanda il Cts. 

Le nuove linee guida del Cts oltre che di ristorazione e cerimonie; di attività turistiche e ricettive si occupa di cinema e spettacoli dal vivo; servizi alla personacommerciomusei, archivi, biblioteche e luoghi della culturaparchi tematici e di divertimento; circoli culturali e ricreativi; congressi e grandi eventi fieristici; sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò; sagre e fiere localicorsi di formazione. Le Regioni avranno un confronto con il Comitato Tecnico Scientifico dopo di che un'ordinanza del Ministro Roberto Speranza renderà effettive le linee guida.