Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Della-Valle-se-Bazoli-avesse-dignita-si-dimetterebbe-3bcfe048-a3d9-4bc1-a983-113519830bd1.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Lo scandalo

Ubi Banca, Della Valle: se Bazoli avesse dignità si dimetterebbe

"Vedere come ha utilizzato il suo potere e il suo mondo di relazioni trasversali per fare i suoi interessi e per agevolare e favorire figli e parenti è scandaloso", ha detto l'imprenditore 

Condividi
Diego Della Valle
"Se Giovanni Bazoli avesse un briciolo di dignità, dovrebbe chiedere scusa agli italiani e dimettersi immediatamente da ogni incarico pubblico". Così in una nota Diego Della Valle riferendosi alle vicende legate ad Ubi Banca. 

"Vedere come ha utilizzato il suo potere ed il suo mondo di relazioni trasversali per fare i suoi interessi e per agevolare e favorire figli e parenti è scandalosoì", ha aggiunto Della Valle. 

"Le notizie sconcertanti che emergono da alcuni organi di stampa (pochi purtroppo) sul suo operato e su quello di altri suoi compari - prosegue Della Valle - non possono passare inosservate e tanto meno rimanere impunite". Perché "i cittadini italiani perbene non meritano di subire altri scandali e soprattutto non meritano di vedere che, se a commetterli sono persone potenti, tutto passa nel dimenticatoio". 

Lo scandalo
Il riferimento è all'inchiesta della Procura di Bergamo che vuole chiarire se e come le due associazioni di azionisti, da una parte la bergamasca "Amici di Ubi" presieduta da Emilio Zanetti e dall'altra la bresciana "Associazione Banca lombarda e piemontese", guidata con il medesimo incarico da Giovanni Bazoli, abbiano stilato un patto occulto per alternarsi al potere di Ubi.