Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Delrio-al-via-la-privatizzazione-delle-Ferrovie-ma-la-rete-resti-pubblica-461e6670-bcef-4ab2-aa89-9ae83ceafb12.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Intervista a La Stampa

Delrio: privatizzazione delle Ferrovie al via, ma la rete resti pubblica

"Io sono contrario alla quotazione della rete insieme ai treni- afferma il ministro per le Infrastrutture- In tutta Europa l'infrastruttura ferroviaria è a maggioranza pubblica e neutrale, al servizio dei cittadini e della concorrenza. Perfino in Gran Bretagna, dove era stata malamente privatizzata, la rete sta tornando sotto il controllo dello Stato"

Condividi
"Io sono contrario alla quotazione della rete insieme ai treni. In tutta Europa l'infrastruttura ferroviaria è a maggioranza pubblica e neutrale, al servizio dei cittadini e della concorrenza. Persino in Gran Bretagna, dove era stata malamente privatizzata, la rete sta tornando sotto il controllo dello Stato". Così in un'intervista a 'La Stampa' il ministro per le Infrastrutture Graziano Delrio a proposito della privatizzazione delle ferrovie. "Una volta salvata la maggioranza pubblica dei binari, sono disposto a discutere di ogni altra soluzione su quanto e come quotare il resto, a partire da Trenitalia". Sul dossier, ha spiegato il ministro, si sta lavorando da tempo: "l decreto del presidente del Consiglio per l'avvio della quotazione della società è quasi pronto, questione di giorni. Da quel momento si avvierà una nuova fase anche per i vertici aziendali".

Il sito Opencantieri, spiega "servirà a conoscere in tempo reale lo stato di avanzamento delle opere pubbliche. In questa prima fase i cittadini troveranno on line alcuni importanti investimenti per strade, autostrade, ferrovie e per il Mose. Via via allargheremo la copertura". Sul ponte di Messina: "Ci sono diverse priorità da realizzare, poi si potrà iniziare a discutere di Ponte. Sarebbe ridicolo farlo finché la situazione delle infrastrutture nel Mezzogiorno non cambi".